Natale in lockdown, Il Viminale: «Nei controlli della Vigilia 826 multe e 7 denunce»

Ieri, nel primo giorno di “zona rossa” in tutta Italia, sono stati fatti controlli su 81.855 persone: 826 sono state sanzionate e 7 denunciate. Sono i dati forniti dal Viminale in relazione ai controlli sul rispetto delle misure anti-covid in vigore secondo il decreto Natale. Sono stati controllati anche 13.771 esercizi commerciali: 43 titolari sanzionati, 14 chiusure disposte. Ieri, come oggi, ristoranti e bar erano chiusi.

Read more

Decreto Natale, Pubblicato in Gazzetta Ufficiale. Critiche dei cittadini sui social

Il nuovo decreto legge porta tutta l’Italia in zona rossa e arancione dal 24 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021, esclusi i giorni 28, 29, 30 dicembre 2020 e 4 gennaio 2021, in quanto entrerà in vigore la zona arancione. La deroga presente al suo interno, permetterà a due persone di spostarsi una volta al giorno, per poter fare visita agli amici. I cittadini aspettano ancora di sapere in quanti potranno sedere a tavola a Natale, definiscono il dpcm come “la peggior conferenza stampa di Conte.”

Read more

Coronavirus, L’Italia va verso la zona rossa dal 24 dicembre al 7 gennaio

Un nuovo Dpcm, da varare entro la giornata di venerdì, per le nuove misure contro la pandemia da coronavirus nel periodo di Natale. E’ questo, secondo quanto si apprende da fonti di governo, l’orientamento dell’esecutivo, mentre è appena si aspettano gli esiti della riunione del presidente del Consiglio Giuseppe Conte con i capi delegazione dei partiti di maggioranza. L’ipotesi sul tavolo, di cui si è parlato stamattina nel confronto tra i ministri per gli Affari regionali e della Sanità Francesco Boccia e Roberto Speranza, è quella di varare misure più dure e restrittive, senza escludere una possibile zona rossa per tutto il Paese.

Read more

Natale 2020, Ministro Pisano: «Videochiamate gratis»

In vista del particolare Natale che verrà festeggiato quest’anno in Italia e nel mondo, ministra dell’innovazione, Paola Pisano, ha lanciato un appello alle compagnie telefoniche e digitali. Ai microfoni del Tg1, la ministra si è rivolta direttamente alle compagnie, chiedendo che per la sera del 24 e per la giornata del 25, affinché vengano agevolati i servizi e li rendano gratuiti: “Rivolgo un appello affinché agevolino l’uso dei canali digitali di comunicazione e li rendano gratuiti. In questo modo sarà più semplice essere in collegamento con le persone care”.

Read more