Via ai Mondiali di Sci di Cortina

Cortina 2021: la cerimonia di apertura

A nome del presidente della Federazione internazionale di sci, Gianfranco Kasper, il presidente della Fisi, Flavio Rosa, ha dato il via alla 46esima edizione dei mondiali di sci alpino di Cortina D’Ampezzo. Sul palco della cerimonia di apertura si sono esibiti Gianna Nannini con “Sei nell’anima” e “Meravigliosa Creatura”, Francesco Gabbiani e Alfa. Presenti 600 atleti in rappresentanza di 71 nazioni e 500 persone su invito causa misure di sicurezza per Covid-19. Lunedì 8 febbraio l’apertura dei Campionati mondiali di Cortina D’Ampezzo accompagnata da una modifica provocata dalla grande nevicata sulle piste da sci. La combinata femminile inizierà con lo slalom speciale, previsto per le 11, invece che con il supergigante previsto per le 14,30. Roda nel mentre della cerimonia ha esternato il suo riconoscimento verso il governo, il comune di Cortina, la Provincia di Belluno e la Regione Veneto oltre che alla fondazione Cortina 2021 impegnatasi in maniera costante ed efficiente nel realizzare il grande lavoro per poter ospitare i Mondiali di sci alpino. Un filmato riportante delle immagini della cerimonia di apertura delle Olimpiadi di Cortina del ’56 ha dato il via alla cerimonia attuale. A rappresentare l’Italia al via sono Marta Bassino, Elena Curtoni, Federica Brignone e Francesca Marsaglia.

I Mondiali di sci alpino, simbolo di ripartenza del nostro Paese

Il nostro Paese si sta preparando per quella che sarà la finale delle Olimpiadi invernali del 2026 che avrà luogo nell’Arena di Verona. Proprio per questo motivo la cerimonia di apertura si è concentrata molto sull’esaltazione delle grandezze del territorio veneto. Grandezze come Venezia, Verona e le Dolomiti, dichiarati patrimonio dell’Unesco. Per il grande evento è stata, inoltre, realizzata una vignetta dal vignettista Fabio Abbati. Una vignetta raffigurante un’atleta in discesa libera con alle spalle la scritta “Cortina D’Ampezzo” e sullo sfondo le Tofane, rinomate montagne di Cortina. A sinistra il logo di Cortina 2021. Come riporta la Gazzetta dello Sport, Sofia Goggia, importante assenza di questo evento, si è collegata nel corso della cerimonia: “Sicuramente non è  un momento facile, mi piange il cuorre a partecipare solo in veste di Ambassador ma penso che sarà comunque un grande Mondiale. Tiferò con tanto calore le mie compagne dal divano” . Nonostante il difficilissimo periodo, Gianpietro Ghedina, sindaco di Cortina D’Ampezzo, parla di come questi Mondiali di sci alpino, essendo il primo evento mondiale verificatosi durante la pandemia, possano simboleggiare una ripartenza del nostro Paese. “Non poteva esserci scenario più bello di questo per ripartire. Cortina 2021 vuole essere simbolo dell’Italia che ce la fa, dell’Italia che vince”.

Vuoi condividere questo articolo?