A Milano la mostra sulla Storia della Nazionale Italiana

Dall’11 al 13 novembre, presso l’Arena Civica “Gianni Brera”, sarà possibile rivivere la storia della Nazionale Azzurra e delle sue imprese

È tempo di far sul serio per la Nazionale di Giampiero Ventura, che venerdi 10 novembre affronterà la Svezia nel primo degli spareggi che darà accesso al Mondiale russo. Un appuntamento decisivo per gli Azzurri, che hanno fatto la storia nel Campionato del Mondo, e che per nessuna ragione vogliono mancare all’appuntamento.

Proprio in occasione della super sfida, dall’11 al 13 novembre, tornerà il progetto “Città Azzurra del Calcio”, in cui  verrà esposta una mostra sulla storia della Nazionale Italiana, presso l’Arena Civica “Gianni Brera” a Milano. Saranno presenti i cimeli più importanti presenti nel Museo di Coverciano, come le quattro Coppe del Mondo alzate al cielo, la Coppa Europea vinta nel 1968, oltre a moltissimi altri ricordati legati ai colori Azzurri. Oltre alle varie coppe, infatti, sarà possibile osservare da vicino le maglie di alcuni dei giocatori italiani più rappresentativi. Verrà esposta, ad esempio, la maglia numero 10 di Giacinto Facchetti del 1968, o la storica casacca numero 22 di Paolo Rossi, che ci guidò alla vittoria nel 1982. Presenti anche le maglie di Paolo Maldini e Franco Baresi, due delle colonne più importanti degli ultimi trent’anni. Spazio anche ai ricordi legati al mondiale del 2006, come la maglia numero 5 di Fabio Cannavaro, capitano di quella squadra. Tornando ai giorni nostri, invece, sarà possibile celebrare la maglia che Gigi Bufffon indossò il 6 settembre del 2015, giorno in cui il portierone festeggiò le 15o presenze in Azzurro.

Non è un caso la scelta della location, la storica Arena Civica, luogo in cui ebbe inizio la storia della Nazionale Italiana. Oltre alla mostra, inoltre, si terranno a Milano alcune riunioni tecnico-formative promosse dal Settore Giovanile e Scolastico. Insomma, un modo per stare vicino alla nostra selezione, in occasione di una sfida delicata come lo spareggio contro la Svezia; ma soprattutto un modo per celebrare e ricordare la storia dei colori che tanto ci fanno sognare, quelli azzurri.

Federico Leoni