Coppa italia: 3-1 della Juve sul Napoli, ma non mancano le polemiche

Allo Juventus Stadium va in scena la prima delle due semifinali di andata di Coppa Italia tra Juve e Napoli (stasera si giocherà Lazio-Roma). I padroni di casa arrivano da 30 vittorie consecutive nel proprio stadio, un ruolino di marcia impressionante, ma i partenopei entrano in campo con il piglio giusto e impongono il gioco che è solito a Sarri: tocchi di prima e pressing alto. A inizio match la Juve va in difficoltà e infatti al 36’minuto il Napoli riesce a finalizzare dopo qualche occasione: scambio tra Insigne e Milik e palla messa in area per Callejon (forse qualche cm in fuorigioco) che sul secondo palo colpisce con il piatto e la mette sotto la traversa. Vantaggio Napoli. A questo punto la Juve comincia a dare qualche segnale di risveglio ma gli uomini di Sarri riescono a mantenere invariato il risultato fino all’intervallo.

Nella seconda frazione subito cambio per Allegri che fa entrare Cuadrado al posto di Lichtsteiner. La partita cambia totalmente e al 47′ Dybala viene atterrato da un pestone di Koulibaly in area, per l’arbitro è calcio di rigore. Dal dischetto va proprio il numero 21 che spiazza Reina e trova così il pareggio per i suoi. Il Napoli subisce il contraccolpo di questo gol preso a freddo e non riesce più a giocare come aveva ben fatto nei primi 45 minuti. I bianconeri approfittano di questo momento di difficoltà e trovano il vantaggio con Higuain che mette in rete da una posizione defilata dopo un’uscita avventata di Reina. Passano 5 minuti e partono le polemiche: Albiol subisce un fallo in area bianconera ma l’arbitro lascia correre, la Juve parte in contropiede e Dybala serve Cuadrado che prova a saltare Reina ma viene atterrato da quest’ultimo. Dalle immagini sembra che il portiere del Napoli tocchi il pallone ma per il direttore di gara non ci sono dubbi, rigore. Dagli undici metri va ancora Dybala che spiazza per la seconda volta Reina e porta così la Juve sul 3-1. Da qui in poi il Napoli non riesce più a rendersi pericoloso e la Juve porta a casa un risultato con un vantaggio di due gol che sarà difficile da ribaltare, anche al San Paolo.

Nel post-partita le polemiche non si attenuano e Giuntoli, ds del Napoli ai microfoni della Rai dice la sua:” Decisioni arbitrali vergognose”. Ricordiamo che il Napoli era ufficialmente in silenzio stampa.

Andrea Angileri