Stati Uniti, Biden conferma lo stop ai voli da Europa e Sudafrica

Da sabato 30 gennaio viaggi negli USA vietati per tutti i passeggeri non americani che provengono da buona parte dell’Europa e dal Sudafrica. La nuova amministrazione vuole frenare la diffusione delle nuove varianti del virus

Non ci sarà nessuna riapertura ai viaggi verso gli Stati Uniti nei prossimi giorni. La nuova Amministrazione, che ha messo la lotta alla pandemia fra le sue priorità assolute, punta a rafforzare le restrizioni sugli ingressi per i viaggiatori non americani, a cominciare dallo stop ai viaggi dal Sudafrica. Dalla Casa Bianca arriva la conferma sulla decisione del neopresidente Joe Biden di annullare l’apertura della scorsa settimana di Donald Trump, che nell’ultimo giorno della sua presidenza puntava a rilanciare gli spostamenti nonostante gli allarmi crescenti sul diffondersi delle nuove varianti del Coronavirus.

La decisione di Biden

Una decisione che si colloca nel piano della nuova amministrazione democratica per combattere l’epidemia che sta dilagando nel Paese più colpito al mondo, sia in termini di contagi (25,14 milioni) sia di decessi (oltre 419 mila). La risoluzione è adottata una settimana dopo che l’ex presidente Donald Trump aveva firmato un ordine esecutivo che avrebbe revocato tali restrizioni. Un ordine che Biden ha contestato fin da prima del suo insediamento. “Nel momento in cui la pandemia sta peggiorando e le varianti del virus si diffondono, non è il momento per togliere le restrizioni ai voli dall’estero“, aveva twittato qualche giorno fa Jen Psaki, responsabile alla Comunicazione della Casa Bianca con Biden. Il divieto riguarda principalmente i cittadini non statunitensi provenienti da Regno Unito, Brasile, Irlanda e gran parte dell’Europa, oltre al già citato Sudafrica. Per tutte le persone che arriveranno negli Stati Uniti sarà poi obbligatorio esibire un certificato di negatività, ottenuto non oltre le 72 ore di partenza.

Imperativo categorico: arginare le nuove varianti

In un momento delicato come questo l’America deve prendere le dovute precauzioni e frenare la diffusione delle nuove varianti del virus. Le decisioni del nuovo presidente sono piuttosto chiare, come si evince anche dal suo discorso all’Inauguration Day. Questa mossa serve anche per far dimenticare agli americani la precedente amministrazione, per far capire a tutti i cittadini che la sicurezza e la salute del popolo viene prima di tutto. Per affrontare la crisi più difficile degli ultimi anni, sia da un punto di vista economico che sanitario, il presidente ha preso una posizione netta e risoluta. Solo così gli Stati Uniti potranno uscirne fuori  e mai più di ora il motto di Biden – “America United” – può servire a superare questa pagina nera della storia del Paese.

Vuoi condividere questo articolo?