Procida, esulta l’Isola che sarà Capitale italiana della Cultura 2022

Oggi l’Isola in provincia di Napoli è stata eletta Capitale Italiana della Cultura 2022. Vittoria annunciata dal Ministro per i Beni culturali Dario Franceschini in diretta streaming

18 Gen. – Sarà Procida, prima Isola ad aggiudicarsi l’ambita nomina di Capitale italiana della cultura 2022. Lo ha comunicato il presidente della giuria Stefano Baia Curioni al Ministro Dario Franceschini, dopo l’esame dei 10 progetti presentati dalle città candidate. È il successo del suo progetto nominato “La cultura non Isola” che l’ha decretata vincitrice e alla quale sarà assegnato un contributo di 1 milione di euro. “Presenta elementi di attrattività e qualità di livello eccellente”, ha dichiarato infatti il Ministro per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo.

Il momento della nomina e la sua motivazione

La scelta di Procida è stata comunicata con un messaggio WhatsApp, da parte di Stefano Baia Curioni al Ministro Franceschini, anziché con la classica busta sigillata. Non appena annunciata la vittoria in diretta streaming, si è scatenato l’entusiasmo e la commozione del Sindaco, che si è fatto portavoce del sentimento di orgoglio del proprio territorio. “Il progetto culturale presenta elementi di attrattività e qualità di livello eccellente – ha spiegato il Ministro -. “Potrebbe inoltre determinare un’autentica discontinuità nel territorio e rappresentare un modello per i processi sostenibili a base culturale delle realtà isolane”. Ha concluso il suo discorso affermando “È capace di trasmettere un messaggio poetico, una visione della cultura, che dalla piccola isola si estende come un augurio per tutti noi”. Queste sono state le parole di Dario Franceschini espresse per sottolineare le grandi potenzialità riscontrate nel progetto del piccolo borgo marinaro. “Facciamo i complimenti a tutte le altre città” ha risposto prendendo la parola il sindaco Raimondo Ambrosino “La cultura può essere per noi e per loro uno straordinario detonatore del piano strategico di rilancio”. Concludendo il suo discorso ha fatto riferimento all’impegno di cui si farà carico a seguito della nomina. “È un’opportunità storica per una piccola Isola che senz’altro coglieremo lavorando sodo per rendere orgogliosa l’Italia di questa bella scelta”.

Il progetto della vittoria: “La cultura non isola”

Questo è stato lo slogan della candidatura di Procida a Capitale Italiana della Cultura. Per il 2022 sono in programma 44 progetti culturali, 330 giorni di programmazione, 240 artisti, 40 opere originali, 8 spazi culturali rigenerati. Il programma è stato diviso in cinque sezioni. La prima, intitolata “Procida Inventa”, prevede progetti legati alle pianificazioni di eventi artistici quali mostre, cinema e performance artistiche. A seguire “Procida Ispira” con l’Isola come fonte d’ispirazione, luogo reale ma anche spazio dell’immaginario. Poi vi è la sezione “Procida Include” che raccoglie iniziative aventi come scopo l’inclusione sociale, attraverso i linguaggi dell’arte come espressione dell’individuo posto in relazione alla collettività. La quarta sezione, “Procida innova”, è un insieme di progetti che promuovono il rapporto tra cultura e innovazione, favorendo momenti di confronto tra comunità nazionale degli innovatori e comunità locale. Ultima, è “Procida impara”, obiettivo di questa sezione è il rafforzamento di una comunità educante, mediante la creazione di alleanze aperte che mirano al coinvolgimento di tutti i soggetti territoriali dal pubblico al privato sociale.

Vuoi condividere questo articolo?