Passoscuro, è morto l’attore Flavio Bucci. Aveva 72 anni

L’esordio cinematografico con “La classe operaia va in Paradiso”, regia di Elio Petri.

 

Passoscuro 18 feb.-È venuto a mancare Flavio Bucci, il grande attore e interprete del personaggio di Antonio Ligabue. L’artista aveva 72 anni e “alle spalle” decine di film come “Il Marchese del Grillo”. A rendere nota la tragica notizia, è stato il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino, pubblicando un post su Facebook. Bucci da alcuni anni risiedeva a Passoscuro, sul litorale romano. A trovare il corpo privo di vita e riverso a terra, stamane attorno alle 9, è stata una persona che aveva accesso all’alloggio e che ha immediatamente dato l’allarme. Inutili i soccorsi del 118 giunto sul posto. Bucci è deceduto a causa di un infarto.

 

Passoscuro, è morto l’attore Flavio Bucci. Aveva 72 anni
Flavio Bucci da giovane

Un po’ di biografia. Nato da una famiglia originaria del foggiano, si forma presso la scuola di recitazione del Teatro Stabile di Torino. Nel 1968 l’attore si trasferisce a Roma, dove Ruggero Jacobbi gli offre “una parte” ne “L’arcitreno” di Silvano Ambrogi, cui seguiranno altre opere cinematografiche, come: “Peet Gynt” (1968), “Amleto” (1969), “Tre scimmie in un bicchiere” e “Il principe” (1970). Il debutto cinematografico risale però al 1972, grazie alla pellicola di Elio Petri, “La classe operaia va in Paradiso” con Gian Maria Volontè, Mariangela Melato, Luigi Diberti e Salvo Randone. Collaborò con Petri anche per “La proprietà non è più un furto” (1973) con Ugo Tognazzi.

Prenderà parte anche ad altri prodotti cinematografici, come: “L’amante dell’Orsa Maggiore” (1972), “I giorni della chimera” (1975), “L’ultimo treno della notte” (1975) e la miniserie “Il lungo viaggio” (1975) di Franco Giraldi. Bucci fu vincitore del Nastro d’Argento, come miglior attore, per aver interpretato Antonio Ligabue nel film tv biografico “Ligabue” (1977). Recitò anche in altre opere televisive, come: “Circuito chiuso” (1978), “I problemi di Don Isidoro” (1978 con Claudio Gora) e la miniserie “Martin Eden” (1979). Nel 1978 Bucci “è sempre a teatro” con “Don Chisciotte” diretto da Armando Pugliese. Nel 2017 l’attore ottenne anche il Premio Internazionale d’Angiò, prestigioso riconoscimento simboleggiato da un’opera a tutto tondo in bronzo, il quale viene attribuito a personalità che si sono distinte nei diversi campi dello scibile: cultura, storia, arte, cinema, teatro e letteratura.

Passoscuro, è morto l’attore Flavio Bucci. Aveva 72 anni
Simbolo del Premio Internazionale d’Angiò, opera a tutto tondo in bronzo