Apertura della stagione all’Opera di Roma: esordio del ‘Don Chisciotte’ di Hilaire da Baryshnikov

“Il balletto Don Chisciotte è il primo spettacolo della nuova stagione del Teatro dell’Opera di Roma, inauguriamo dunque con la danza per la prima volta. Stiamo dando un segno importante. (…) Un nuovo allestimento veramente unico che speriamo entri nel nostro repertorio”

sono le parole del Sovrintendente Carlo Fuortes sull’inaugurazione della stagione 2017-18 del Teatro dell’Opera di Roma nonché terza stagione di balletto sotto la direzione di Eleonora Abbagnato.

Lo spettacolo sarà in scena al Teatro Costanzi da mercoledì 15 novembre a giovedì 23 novembre 2017.

Il balletto ‘Don Chisciotte’ è tratto dal romanzo di Miguel de Cervantes ‘Don Chisciotte della Mancia’. La coreografia di Laurent Hilaire è ispirata alla versione originale per l’American Ballet Theatre di Mikhail Baryshnikov, su musica di Ludwig Minkus, eseguita al Costanzi dall’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma, diretta dal Maestro David Garforth.
La Direttrice del Corpo di Ballo del Teatro Costanzi, Eleonora Abbagnato, è riuscita a convincere Baryshnikov a portare la sua versione a Roma, e sostiene che sia

“un vero regalo per il nostro Teatro e il nostro pubblico”

Il pubblico potrà, dunque, godere di uno spettacolo immaginato quasi come una favola, resa attraverso il talento di due artisti di fama internazionale: Vladimir Radunsky, tra i più noti autori e illustratori di libri per ragazzi, che concepisce la scena come un gigantesco giocattolo, insieme alla collaborazione di A.J. Weissbard, acclamato lighting designer e scenografo teatrale. L’interpretazione è affidata al corpo di ballo del teatro capitolino: l’etoile Rebecca Bianchi, i primi ballerini Claudio Cocino e Manuel Paruccini e i solisti Susanna Salvi, Alessio Rezza e Michele Satriano; insieme ai guest internazionali: Iana Salenko,la principal dancer dello Staatsballett di Berlino, Isaac Hernàndez, il lead principal dell’English National Ballet e Angelo Greco, il principal dancer del San Francisco Ballet.

Apertura della stagione all’Opera di Roma: esordio del ‘Don Chisciotte’ di Hilaire da Baryshnikov
La versione originale di Baryshnikov, a sua volta ripresa dai celebri adattamenti di Marius Petipa e Alexander Gorsky, è andata in scena per la prima volta il 28 marzo 1978 al Kennedy Center Opera House di Washington, successivamente danzata nelle maggiori compagnie internazionali, tra cui, nel 1993, il Royal Ballet di Londra e ora anche a Roma. È lo stesso Baryshnikov che ha voluto Hilaire come coreografo il quale si dichiara onorato per l’impresa che gli è stata affidata ed afferma:

“Baryshnikov si è fidato di me, lasciandomi completa libertà, ed è esattamente con spirito libero che io mi avvicino con rispetto a questa tradizione. Inoltre, essere qui al Teatro dell’Opera con un gruppo di ballerini desiderosi di danzare Don Chisciotte mi riempie di gioia e di entusiasmo”.


Per ora l’appuntamento è per domenica 12 novembre alle 11.00 presso il Foyers del Teatro Costanzi dove, alla presenza del coreografo Laurent Hilaire e dei solisti Susanna Salvi e Alessio Rezza, la saggista e storica della danza Leonetta Bentivoglio condurrà il primo di un ciclo di incontri teorico-pratici pensati per introdurre il grande pubblico nel mondo dei coreografi e dei protagonisti della stagione di balletto 2017-18.
Per concludere una citazione dello stesso autore del Don Chisciotte:

“Procurate pure che, nel leggere la vostra storia, chi è malinconico abbia ad esser mosso a riso, chi è allegro abbia ad accrescere la sua allegria, l’ignorante non si annoi, il sapiente ammiri l’invenzione, il personaggio d’alto affare non la disprezzi, né chi ha senno abbia ad omettere di lodarla”(Miguel de Cervates).