Omicidio Willy, I quattro arrestati percepiscono “il Reddito di cittadinanza” senza averne diritto

Le indagini sui 4 aggressori procedono velocemente; le analisi si estendono anche all’Audi Q7 nera, intestata alla cognata dei fratelli Bianchi. Nell’auto gli investigatori sono alla ricerca di tracce ematiche e biologiche che potrebbero aggiungere dei fattori all’indagine generale



16 Sett. – Le indagini sulla morte del giovane 21enne Willy Monteiro Duarte, massacrato di botte a Colleferro (RM) nella notte tra sabato 5 e domenica 6 settembre, vanno avanti rapidamente. Gli investigatori stanno continuando ad ascoltare i testimoni. I difensori chiedono l’isolamento per i loro assistiti anche dopo il periodo di quarantena di 14 giorni, cui sono sottoposti tutti i nuovi detenuti per il pieno rispetto delle normative anti-Covid, proprio per evitare molestie e ritorsioni da parte degli altri detenuti.



La novità nelle indagini

Mentre va avanti questo iter legale, emerge una novità nelle investigazioni, riguardante il percepimento, senza averne diritto, del Reddito di cittadinanza da parte di tutti e quattro gli arrestati, compreso Belleggia che si trova ai domiciliari. Ciò è il risultato d’indagini mirate sui patrimoni e sui redditi dei quattro aggressori. Le indagini si estendono anche al veicolo, un’Audi Q7 nera, intestata alla cognata dei fratelli Bianchi, con il quale gli aggressori si sarebbero dati alla fuga dopo aver lasciato a terra il 21enne. Gli investigatori stanno cercando nella vettura tracce ematiche e biologiche che potrebbero aggiungere degli spunti e degli elementi all’indagine generale.

Omicidio Willy, I quattro arrestati percepiscono “il Reddito di cittadinanza” senza averne diritto