Roma, servono più fondi per il Piano della Mobilità Sostenibile

Necessari 1,3 miliardi per Treni metro, tram e stazione Venezia. La Sindaca Raggi punta sul trasporto su rotaie

A Dicembre il Comune di Roma aveva ricevuto un secco no del Governo all’emendamento sul bilancio che prevedeva lo stanziamento di circa 4,6 miliardi euro dal 2021 al 2033 per il completamento della linea C della metropolitana di Roma e del suo prolungamento fino al quadrante nord ovest della città. Oggi il Campidoglio torna a chiedere al Governo Conte, nonostante la “navigazione” turbolenta delle ultime settimane,  il contributo economico per il PUMS. Il piano prevede nuove linee tranviarie Vittorio-Venezia, e Termini-Vaticano-Aurelio (TVA). Ma anche la fornitura di 58 tram, di 21 treni per potenziare le tre linee metropolitane e per il deposito Tram di Casilina Est.

La richiesta al MIT per potenziare il trasporto pubblico su ferro

Commentando la richiesta dei nuovi finanziamenti  la Sindaca Raggi ha sottolineato l’importanza del potenziamento dei mezzi di trasporto su rotaie, un obiettivo dichiarato sin dall’inizio del suo mandato: “Roma Capitale ha chiesto risorse importanti per realizzare opere necessarie per la mobilità della nostra città. Facciamo un altro passo avanti per attuare progetti strategici, fondamentali per uno sviluppo in chiave sostenibile della nostra rete di trasporto pubblico – ha precisato – Dando priorità alle ‘opere su ferro’, abbiamo avviato un cambio di rotta che i cittadini aspettavano da decenni”.

La stazione Venezia della metro C

I fondi dovranno servire anche per il progetto definitivo della stazione Venezia della metro C, già sottoposto al vaglio nell’emendamento respinto. Sulla questione è intervenuto l’assessore alla Mobilità Pietro Calabrese. “Sulla stazione Venezia della Linea C abbiamo confermato gli indirizzi contenuti nello studio preliminare di tutta la tratta Venezia-Clodio, trasmesso al MIT lo scorso anno. Vogliamo una linea metropolitana vera, con frequenze da metropolitana automatica – ha spiegato Calabrese – realizzata la stazione tornerà a porsi il tema del prolungamento della linea C fino a piazzale Clodio. Un progetto per il quale resta in ballo la richiesta di accesso alle risorse del Recovery Fund.“

Vuoi condividere questo articolo?