Retake Roma al Parco degli Acquedotti

Roma, 26 aprile – Retake Roma, il movimento (Onlus) di cittadini impegnato nella lotta contro il degrado, nella valorizzazione dei beni pubblici e nella diffusione del senso civico sul territorio, ha organizzato per domani, 27 aprile, una mattinata di plogging al Parco degli Acquedotti di Roma.

 

Il plogging è un’attività sportiva inventata in Svezia che consiste nella raccogliere dei rifiuti mentre si corre. La particolare attività combina esercizio fisico con la pulizia dell’ambiente. Il termine è un neologismo, combinazione delle parole svedesi “plocka upp” (raccogliere) e “jogging’. Guidato da preoccupazioni globali sull’inquinamento, il plogging ha cominciato a diffondersi in altri paesi.

 

“Sarà passato da poco il 25 Aprile e probabilmente il Parco non sarà bello come lo è adesso, quindi occorre il nostro aiuto. Correndo, passeggiando, in bici, con i bastoncini per la camminata nordica, spingendo un passeggino, l’importante è esserci.” Così si legge sulla pagina Facebook creata da Retake Roma in occasione dell’evento mondiale organizzato da http://www.ploggingworld.org/.

 

 


Bella, Roma

 

In vista della giornata della Terra, Retake Roma ha anche organizzato una mobilitazione civica con 4 eventi in parallelo di riqualificazione urbana.

I 4 luoghi dell’evento saranno:

  • Colle Oppio (I Municipio),
  • Largo Fratelli Lumiere (III Municipio),
  • Piazza Ragusa (VII Municipio),
  • il Canale dei Pescatori a Ostia (X Municipio).

Retake Roma al Parco degli Acquedotti

“Ognuno sarà abbinato un elemento naturale (rispettivamente Terra, Fuoco, Aria, Acqua), una dimensione della vivibilità della città (spazi verdi, piazze, arte urbana, accesso al mare) e un target del goal n. 11 (città e comunità sostenibili) dei Sustainable Development Goals (SDG) promossi dall’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile dell’ONU.”