Formula Uno, Ferrari al posto dello champagne per la festa sul podio

Le bottiglie della cantina di Trento Doc sul podio di tutti i Gran Premi. L’accordo triennale annunciato da Ceo Matteo Lunelli 

In Formula 1 nei prossimi tre anni di  gare ci sarà sempre  Ferrari Trento DOC sul podioPer la prima volta non ci sarà lo champagne Moet & Chandon ma una bollicina italiana.

 

L’accordo di tre anni con il gruppo Lunelli

Grazie all’accordo triennale il gruppo Lunelli beneficerà di una visibilità globale grazie ai Gp. Un campionato che viene guardato da mezzo miliardo di persone. Già in passato c’erano stati dei contatti tra la F1 e Ferrari Trento  ma mai così stretti. Nel 1980 quest’ultima sponsorizzò il podio di Monza, adesso quello di Imola.

Le Magnum di brut pluripremiato saranno utilizzate durante il campionato 2021 e nelle successive due stagioni

“Siamo davvero contenti di annunciare l’ingresso di Ferrari Trento fra i partner della Formula 1” commenta Stefano Domenicali presidente della F1. “Sia noi che loro abbiamo le celebrazioni nel nostro dna. Ferrari Trento è sinonimo di eccellenza italiana da più di un secolo, lavoreremo insieme per rendere ancora più belli i momenti della premiazione e anche quelli giù dal podio”. Perché l’accordo si estende alle hospitality vip del paddock club, quando riapriranno. “Il podio è il momento di condivisione massima dell’emozione della gara.” ha aggiunto il manager imolese.

L’accordo è stato annunciato da Matteo Lunelli, Presidente di Ferrari Trento

“È un grande traguardo e al tempo stesso un punto di partenza.” spiega Lunelli. Primo perché dimostra il nome che ci siamo fatti a livello internazionale, e secondo perché è solo l’inizio di un viaggio straordinario che ci consentirà di far conoscere l’arte italiana di vivere. Siamo diventati il simbolo del brindisi in Italia e di tante emozioni dello sport. Ricordo la Nazionale italiana in Spagna ai Mondiali del 1982 in Spagna, e poi le feste per gli scudetti della Juventus, le vittorie delle sciatrici a Cortina, e più recentemente il trionfo di Luna Rossa nella Prada Cup”.

 

 

Vuoi condividere questo articolo?