Erasmus plus : tra innovazione e “verde”

Erasmus plus, il programma messo a disposizione dalla Commissione Europea per studenti, ricercatori, volontari  e organizzazioni di tutti il mondo si rinnova.

Cos’è Erasmus +?

Erasmus + è il programma dell’Unione Europea che riguarda l’istruzione e la formazione. Nel 2020 4 milioni di europei hanno avuto l’opportunità di studiare formandosi e acquisendo esperienza formativa e lavorativa all’estero. Tutto ciò grazie ai 14,6 miliardi di euro che erano stati messi a disposizione per il programma precedente .

Gli obiettivi

Gli obiettivi principali di Erasmus Plus sono: spronare i giovani alla partecipazione alla vita democratica in Europa, ridurre la disoccupazione giovanile, promuovere l’istruzione, l’integrazione e l’equità sociale, ridurre l’abbandono scolastico. Il programma Erasmus ha permesso a circa 3 milioni di studenti europei di svolgere gli studi in altre scuola di Europa. Ma non solo, anche tirocinanti, educatori e insegnanti. Erasmus Plus agevola opportunità anche per i volontari.

Le azioni principali del programma Erasmus

Il programma Erasmus si struttura tenendo conto  di 3 Azioni principali. L’azione 1 si fonda sull’incoraggiare le mobilità degli studenti, educatori e volontari. L’azione 2  punta al progresso dei settori dell’istruzione e della formazione attraverso 5 attività principali: progetti di sviluppo delle competenze, alleanze per la abilità settoriali, alleanze per la conoscenza e partenariati strategici. L’azione 3 si focalizza invece sull’aumento della partecipazione dei giovani alla vita democratica, sviluppandone le conoscenze nel campo dell’istruzione. Inoltre sono presenti altre azioni nel settore dello sport che sono destinate alla partecipazione allo sport e le varie attività fisiche.

Il programma innovativo 2021-2027

Per gli anni 2021-2027 il programma europeo diviene più “verde” e digitale. L’obiettivo è quello di ampliare il numero di persone da coinvolgere, soprattutto quelle con meno possibilità, come disabili, migranti.
Il fatto che il bilancio di Erasmus + per i prossimi 7 anni sia quasi raddoppiato dimostra l’importanza attribuita all’istruzione“, ha dichiarato la commissaria alla cultura, Mariya Gabriel. Al progetto partecipano i 28 stati membri dell’Unione europea oltre a Norvegia, Islanda, Turchia, Croazia e Macedonia.

Inclusioni, transizione digitale e ambiente

Le novità del programma 2021-2027 prevedono più inclusività e accessibilità, innovazioni digitali rafforzate e un approccio più ” verde”. Infatti maggiore attenzione verrà data allo sviluppo delle competenze digitali di formatori, studenti e un notevole rafforzamento in settori  quali intelligenza artificiale e robotica. Dunque il tema della transizione verde, la protezione ambientale e l’uso di mezzi di trasporto sostenibili faranno parte delle innovazioni del programma. Si aggiunge inoltre l’opportunità offerta ai 18enni di viaggiare in Europa grazie all’integrazione di Erasmus + con DiscoveryEu.

Vuoi condividere questo articolo?