Cinema, Per Mereghetti ‘Midnight in Paris’ è tra i 10 film più belli degli ultimi 10 anni

In un periodo non propriamente idilliaco per il cinema ed il teatro, oggi, il critico cinematografico e giornalista Paolo Mereghetti ha premiato il capolavoro di Woody Allen come tra i film più belli degli ultimi 10 anni



3 Gen. – Il cinema e il teatro, negli ultimi anni, stanno vivendo periodi di grande difficoltà. Le ragioni sono diverse: dall’avvento della digitalizzazione e, di conseguenza, dell’implementazione delle piattaforme online che permettono di vedere film in streaming. Fino ad arrivare alla mazzata finale del covid, che ha impedito l’apertura di molte attività. Tuttavia, che sia al cinema o a casa, soprattutto durante il lockdown le persone non si sono volute privare della possibilità di vedersi un bel film. E a proposito di bello, Paolo Mereghetti, critico cinematografico, ha decretato “Midnight in Paris” come uno dei 10 film più belli nell’ultimo decennio.



Cinema e teatro, un settore in crisi

Non sono stati tempi facili per i cinema italiani, che hanno dovuto fare i conti con un periodo di crisi senza precedenti. Già prima dell’ondata di covid la situazione non era delle migliori, complice l’aumento di piattaforme online che permettono di vedere film comodamente da casa. Si sta perdendo, piano piano, la consuetudine di andare nei cinema, di riassaporare l’odore dei popcorn appena sfornati nei bar e le file ai botteghini. Stando ad alcuni dati riportati dal “Fatto Quotidiano” risalenti a fine ottobre, si sono registrati cinquanta milioni di spettatori in meno rispetto al 2019 e una flessione degli incassi al botteghino dell’85%. Di sicuro le strette sugli orari prima e le chiusure forzate poi non hanno aiutato i gestori a poter riprendere a lavorare, nonostante le numerose misure precauzionali anti covid messe in atto. Dati allarmanti, che si spera possano mutare in positivo per quello che è uno dei settori che nel nostro Paese è tra i più invidiati e apprezzati in tutto il mondo. Un’industria che ha sfornato grandi attori e registi, uno fra tutti Gigi Proietti che presentava il mondo dov’era cresciuto con una celebre frase, “benvenuti a teatro, dove tutto è finto e niente è falso”.



Allen e la sua commedia “francese”

Restando nel campo del cinema, secondo il critico cinematografico Paolo Mereghetti, collaboratore del Corriere della Sera (sezione CorriereTv), è “Midnight in Paris” uno dei 10 film più belli degli ultimi 10 anni. Uscito nelle sale il 2 dicembre del 2011, l’anno seguente ha ottenuto una serie di premi, come l’Oscar per la migliore sceneggiatura originale e un Golden Globe. Una commedia scritta dal regista eclettico Wody Allen, che vede come protagonista principale uno sceneggiatore di successo americano , interpretato dall’attore Owen Wilson. Gil, il nome del protagonista, decide di fare una vacanza a Parigi insieme alla moglie e alla sua famiglia. Il suo intento è quello di alienarsi dai ritmi pressanti della vita negli states per acquisire quella giusta serenità che gli occorre per terminare il suo primo romanzo. Nel film verrà immerso e stregato dal fascino e dalla magia della capitale francese ,dove avrà modo di fare un tuffo nel passato e di conoscere scrittori e artisti di epoche passate, assaporando l’altra faccia della città parigina. In tal caso, il Corriere Della Sera, ha riportato le parole di Mereghetti in merito a uno dei film più celebri di Allen, “La commedia che non ci stanchiamo mai di vedere, capace di farci conoscere Hemingway e Scott Fitzgerald. E ancora Picasso e Metisse. Il genio creativo di Wody Allen al suo meglio, accompagnate dalle note malinconiche di Sidney Bechet, per farci riflettere sui sogni di fuga, sull’insoddisfazione per i propri tempi e sul coraggio che ci vuole per accettare i propri limiti”. Concludendo come Allen, ultimamente, tenda a dare sfogo alla sua vena malinconica, senza dimenticare come farci divertire e a credere di più nelle nostre forze.