Coronavirus, ok alla sperimentazione dell’Avigan

L’aifa (Agenzia Italiana del Farmaco) ha dato il via libera alla sperimentazione del farmaco Avigan. Al momento però non ci sono prove scientifiche dell’efficacia del medicinale contro il coronavirus.

Anche grazie alla spinta dei presidenti di Lombardia e Veneto Fontana e Zaia. L’ok alla sperimentazione dell’Avigan è arrivato nella serata del 23 marzo. “Il direttore generale di Aifa, Nicola Magrini, mi ha comunicato che nella riunione del comitato tecnico-scientifico di questa mattina, si sta sviluppando un programma per valutare l’impatto del farmaco nelle fasi iniziali della malattia” queste le parole del ministro Roberto Spadafora ( riportate da notizie.it).

“L’avigan è un farmaco che sfrutta il principio attivo del favipiravir , non esistono studi che dimostrino l’effettiva efficacia del farmaco contro il covid-19″.

Lo afferma la stessa Aifa, riprendendo le precedenti dichiarazioni di Mario Lavizzari, dirigente di Fujifilm, la società, che controlla la produzione dell’Avigan in Giappone, dove viene somministrato ai pazienti che manifestano sintomi lievi o moderati del coronavirus, non ha però alcun effetto sui pazienti in uni stato più grave.

Restano dunque dubbi, sull’efficacia del farmaco stesso, si può però considerare un passo avanti il via libera alla sperimentazione.