Hyperloop, il treno rivoluzionario del futuro

Questo sistema farà viaggiare il convoglio a 1.200 km orari. In Italia già si parla del progetto

Spostarsi velocemente, a costi sostenibili ed inquinando il meno possibile, sono le tre nuove caratteristiche a cui ogni nuovo progetto riguardante i trasporti deve seguire. Sarà così per il futuro delle automobili, degli aerei ed ora anche del trasporto ferroviario.

Quest’ultimo futuro è ormai alle porte con l’Italia che sarà tra i protagonisti di questa svolta. Sono sei infatti i progetti in fase di studio in altrettante regioni. Dal nord al sud Italia, i cui primi studi di fattibilità saranno annunciati da Gabriele Gresta, responsabile di Hyperloop Italia.

Gresta propone una tecnologia in grado di far viaggiare degli appositi treni fino ad una velocità massima di oltre 1.200km orari.

Tra le tratte allo studio per questo progetto ci sono la Milano Malpensa Aeroporto – Milano Cadorna e la Verona – Trieste. Le tratte dovrebbero correre affiancando i binari ferroviari già esistenti e lungo le autostrade, il Ceo di Hyperloop è in contatto con Anas, Fs e Ferrovie Nord. Sono anche già stati interessati i presidenti di altre regioni italiane.

Hyperloop non solo si propone come mezzo di trasporto su terra più veloce al mondo ma, vuole rappresentare anche una rivoluzione del modello economico e della responsabilità sociale.

Il suo punto forte saranno proprio i punti sull’ambiente, visto che Hyperloop sarà alimentato da un sistema di pannelli solari e produrrà più energia di quanta ne consumerà. La levitazione magnetica permette infatti di tagliare l’energia altrimenti necessaria per opporsi all’attrito determinato dai binari per le ruote e dall’aria per l’intero convoglio ferroviario.

Oltre a sfruttare fonti pulite, è progettato per convertire l’energia cinetica del convoglio e quella recuperata durante le frenate viene reimmessa nel sistema.

Hyperloop si sposterà all’interno di un tunnel che sfrutterà la tecnologia “vactrain”, letteralmente “sottovuoto”, levando quindi dall’equazione l’attrito con l’aria e quindi diminuendo di molto i consumi.

Hyperloop Italia avrà due sedi, una operativa a Milano ed una istituzionale a Roma.