Regionali, in Emilia Romagna vince il centrosinistra con Stefano Bonaccini

Roma, 28 gennaio 2020-  Alle elezioni regionali in Emilia Romagna vince il centrosinistra con Stefano Bonaccini, staccando di 8 punti la candidata leghista Lucia Borgonzoni. Crolla il M5S con Simone Benini, 3.5% dei voti.

L’affluenza alle urne è stata del 67,67%, rispetto al 37,76% del 2014. Con il 43, 63% dei voti viene riconfermato Bonaccini (PD). La coalizione del centrosinistra supera quella del centrodestra. Solo il 3,5% per il M5S, mentre gli altri candidati sono sotto il mezzo punto: Domenico Battaglia (Movimento 3v) 0,5%, Laura Bergamini (Partito comunista) 0,4%), Marta Collot (Potere al Popolo) 0,3%, Stefano Lugli (Altra Emilia-Romagna) 0,2%.

In Calabria invece non c’è stata partita: 55,4% dei voti alla candidata di Forza Italia, Jole Santelli. Per lei oltre 30 punti di distacco sull’avversario di centrosinistra Pippo Callipo, che ha ricevuto il 30% dei consensi. 7,3% per il M5S con Francesco Aiello.

Il commento a caldo di Bonaccini: ” “Io non ho perso tempo a suonare i campanelli ma sono andato a parlare con le imprese, con le persone e provare a dire che Emilia Romagna volevo. Io non sono mai andato nelle piazze delle Sardine e non ho mai parlato nemmeno al telefono con Mattia Santori perché volevo rispettarli e non sembrare di mettere il cappello su nessuno. Ma nelle loro piazze ho sentito risuonare parole molto simili alle mie e soprattutto hanno dimostrato che c’è tanta gente che non vuole una politica fatta di odio, di rabbia, di rancore”.