Greta Thunberg “Persona dell’Anno” secondo il Time

Dopo il fallimentare esito del Nobel, Greta conquista il primo posto scalzando così il presidente Donald Trump e la speaker della Camera Nancy Pelosi.

 

La copertina del Time, che dal 1927 è dedicata alle persone più influenti del mondo, quest’anno è occupata da Greta Thunberg, per premiare “il potere della gioventù”, l’attivista sedicenne che dal 2018 ha dato vita ad un movimento chiamato “Fridays for Future“.

La copertina del Time con la svedese Greta Thunberg ‘Persona dell’Anno’. 

La giovane ambientalista ha iniziato il suo percorso nell’agosto dello scorso anno, quando decise di iniziare a saltare le lezioni per presenziare di fronte al parlamento svedese, con l’obiettivo di sensibilizzare sulle emissioni di anidride carbonica. Ad oggi invece, con lei, un movimento che sta coinvolgendo tutto il mondo. Ed è proprio in questi giorni che si sta dibattendo a Madrid, con la conferenza Onu sul clima (Cop25), circa il taglio delle emissioni e la revisione dell’Articolo 6 sul mercato del carbonio.

In tutto ciò la stessa Greta afferma:

“Stiamo scioperando da un anno ma non è successo ancora nulla. Si sta ignorando la crisi climatica e finora non c’è una soluzione sostenibile. Non possiamo continuare così, vogliamo azione e subito perché la gente sta soffrendo e morendo per questa emergenza climatica, non possiamo aspettare ancora”.

 

 

E mentre Trump si esprime con dissenso su Twitter, per essere stato scalzato in extremis dalla tanto agognata prima posizione, sul web c’è chi invece si chiede perché riconoscere tale merito a qualcuno che oltre a parlare non si è mai “sporcato le mani“.

 

Logo Iniziativa “Ocean Cleanup”

Caso che ci rimanda invece, a quello del giovane olandese Boyan Slat che a 17 anni ha dato vita ad una startup chiamata “Ocean Cleanup“, con l’obiettivo, attraverso il sapiente uso delle correnti marine, di ripulire le acque in maniera economicamente sostenibile ed estremamente funzionale, un’iniziativa quindi molto intelligente che nei passati mesi è riuscita a dare prova di sé, e che nel 2020 dovrebbe entrare in azione a pieno regime.

 

Infine, ritornando a Greta, ricordiamo che quest’ultima si troverà, domani 13 dicembre, a Torino insieme al suo movimento, per partecipare al raduno che avrà luogo in Piazza Castello.