Firenze, un sogno ad occhi aperti

La prima cosa che bisogna fare per visitare un luogo come Firenze è lasciare a casa la stanchezza e portarsi dietro gli occhi curiosi dei bambini. La maestosità delle opere che accingono questa città può lasciare stupefatti e far perdere la cognizione di causa e tempo. Il turista deve armarsi di tanta pazienza e non demordere davanti le quattro ore di fila che lo aspettano prima di entrare negli Uffizi, non lasciarsi scoraggiare dalla signora alla cassa che lo informa che la Cupola per quel giorno è tutta piena, non perdersi d’animo davanti ai dieci mila scalini che dovrà affrontare per trovarsi di fronte a un panorama mozzafiato. Passeggiare per Firenze e avere il desiderio di poter diventare anche tu un cittadino che gira con la bici, prende il caffè in piazza duomo e dopo va a far la spesa al mercato generale. Girare l’angolo e incontrare ristoranti che offrono piatti tipici del luogo e ti fanno sentire sempre un po’ più a casa.
Firenze ti prende dentro e ti lascia un segno.

Firenze e le sue meraviglie sono un sogno ad occhi aperti.
Firenze è un posto da vivere con uno sguardo curioso e fantasioso.
Firenze è amore, bellezza e cultura.
Firenze è svegliarsi e osservare l’immensità del duomo, Firenze è sentirsi uno straniero, sedersi a prendere un caffè davanti ai monumenti più belli d’Italia.
Firenze è innamorarsi di ogni vicolo e cibarsi di cultura.
Firenze è l’immensità del David di Donatello, la bellezza infinita della Venere di Botticelli, l’Annunciazione di Leonardo e la grandezza della famiglia Medici.
Firenze è un amore a prima vista