Commemorazione vittime terrorismo, l’Italia il giorno della memoria

Il 9 maggio ricorre il giorno della memoria dedicato alle vittime del terrorismo e a tutte le stragi di tale matrice interne ed internazionali, ricorrenza della Repubblica Italiana istituita in seguito all’uccisione di Aldo Moro nel 1978 da parte delle Brigate Rosse che avevano scelto la lotta armata contro lo Stato, e di Peppino Impastato, giornalista e attivista italiano, ucciso dalla mafia anche lui nello stesso anno. Domani per l’appunto la celebrazione di tale commemorazione ricorda in particolare queste due persone, poiché dal momento del loro assassinio si è aperto un nuovo capitolo della storia italiana, che ha dato voce ad eventi tristi e dolorosi, con cui tutti noi dobbiamo far i conti, e che purtroppo oggi continuano, e che non dobbiamo assolutamente dimenticare.

La morte di Aldo Moro è divenuto simbolo di questa giornata, quarantuno anni fa veniva trovato in via Caetani, a Roma, il corpo senza vita di un uomo prigioniero da 55 giorni, che aveva fatto della politica e dello stato italiano la sua vita. Un momento che non ha lasciato indifferente nessuno, in primis per chi l’ha vissuto. E’ però di sicuro stato un anno che ha creato una ferita profonda nel popolo della Repubblica Italiana, un evento che ha aperto una ferita da quel preciso nove maggio 1978 che non si è più rimarginata. E’ davvero stata, e lo è tutt’ora una sconfitta. Quarantuno anni fa moriva Aldo moro, e con lui l’Italia intera. Domani a Roma diversi saranno gli eventi previsti per la celebrazione di questa giornata. In occasione di questa ricorrenza i musei verranno aperti a tutti, e l’entrata sarà gratuita per celebrare le vittime del terrorismo e come sottolinea il direttore del Parco Archeologico del Colosseo, Alfonsina Russo ‘’ è un modo per non dimenticare’’.

L’intera Europa con la giornata della commemorazione per tutte le persone che sono state e sono ancora oggi vittime di terrorismo intende rendere omaggio a loro stessi, alle loro famiglie e ai propri cari.

Si intende lanciare un messaggio, ‘’ uniti nella lotta al terrorismo’’.