Retake Roma al Parco degli Acquedotti

Roma, 26 aprile – Retake Roma, il movimento (Onlus) di cittadini impegnato nella lotta contro il degrado, nella valorizzazione dei beni pubblici e nella diffusione del senso civico sul territorio, ha organizzato per domani, 27 aprile, una mattinata di plogging al Parco degli Acquedotti di Roma.

 

Il plogging è un’attività sportiva inventata in Svezia che consiste nella raccogliere dei rifiuti mentre si corre. La particolare attività combina esercizio fisico con la pulizia dell’ambiente. Il termine è un neologismo, combinazione delle parole svedesi “plocka upp” (raccogliere) e “jogging’. Guidato da preoccupazioni globali sull’inquinamento, il plogging ha cominciato a diffondersi in altri paesi.

 

“Sarà passato da poco il 25 Aprile e probabilmente il Parco non sarà bello come lo è adesso, quindi occorre il nostro aiuto. Correndo, passeggiando, in bici, con i bastoncini per la camminata nordica, spingendo un passeggino, l’importante è esserci.” Così si legge sulla pagina Facebook creata da Retake Roma in occasione dell’evento mondiale organizzato da http://www.ploggingworld.org/.

 

 


Bella, Roma

 

In vista della giornata della Terra, Retake Roma ha anche organizzato una mobilitazione civica con 4 eventi in parallelo di riqualificazione urbana.

I 4 luoghi dell’evento saranno:

  • Colle Oppio (I Municipio),
  • Largo Fratelli Lumiere (III Municipio),
  • Piazza Ragusa (VII Municipio),
  • il Canale dei Pescatori a Ostia (X Municipio).

“Ognuno sarà abbinato un elemento naturale (rispettivamente Terra, Fuoco, Aria, Acqua), una dimensione della vivibilità della città (spazi verdi, piazze, arte urbana, accesso al mare) e un target del goal n. 11 (città e comunità sostenibili) dei Sustainable Development Goals (SDG) promossi dall’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile dell’ONU.”