Crisi Milan: con l’Udinese solo pareggio

Continua il periodo nero in casa Milan: la squadra di Gattuso non riesce più a vincere. Dopo le sconfitte consecutive contro Inter e Sampdoria, i rossoneri portano a casa un insipido pareggio che serve a poco. Il quarto posto è a rischio e la lotta Champions rimane aperta. Alle porte la difficile sfida con la prima in classifica.

Nell’anticipo della 30ª giornata il Milan ospita a San Siro un’Udinese agguerrita e compatta. Gattuso cambia modulo: sceglie un 4-3-1-2 che però non porta il risultato sperato. Il nuovo Milan, che schiera Paquetà dietro alle due punte in versione trequartista, nasce in una versione particolare, con Bakayoko, Biglia e Calhanoglu confermati in mezzo e il turn over dei terzini che premia Abate e Laxalt. Piątek e Cutrone provano ad impensierire i friulani dopo appena 100 secondi di gioco: il polacco serve un buon assist, ma Patrick manca l’impatto nell’area piccola. Poi l’infortunio di Donnarumma, costretto ad abbandonare il campo al 10’ a causa di una fitta muscolare accusata in un’escursione fuori area. La guardia della porta passa a Reina.

L’Udinese, coperta da una difesa a tre che diventa a cinque, corre il primo pericolo a metà del primo tempo, quando Paquetà calcia un sinistro potente che sfiora il palo. Poco dopo Musso entra in azione: Paquetà chiama in causa Cutrone, che con un gran controllo e un sinistro volante costringe l’argentino ad intervenire in tuffo. Il brasiliano prova a gasare San Siro, ma di lì a poco una smorfia di dolore compare sul suo volto: un contrasto con Behrami lo porta ad uscire dal campo con una caviglia gonfia e dolorante, al suo posto Castillejo. Un attimo dopo Piątek riesce a sbloccare la gara prima dell’intervallo. Merito anche di Cutrone, che controlla in area e innesca il polacco con un assist al bacio.

Alla ripresa Tudor cambia le carte in tavola: fuori Samir e Ter Avest, dentro Wilmot e Okaka. I friulani iniziano a crederci e per i rossoneri arrivano i pericoli. Alla prima vera chance, al minuto 65, ecco il pareggio: da un corner per il Milan scaturisce un contropiede letale concluso da Lasagna. Il Diavolo incassa il colpo e cerca di rimanere a galla, con l’Udinese che per ben due volte sfiora il vantaggio. Termina 1-1: Banti fischia, San Siro di più.