Esteso blackout in Venezuela, botta e risposta tra Pompeo e Maduro

Venezuela al buio per diverse ore a causa, secondo il generale Luis Motta, ministro dell’energia elettrica, di un attacco alla diga di Guri, una delle principali fonti di energia del Paese. È accaduto nel pomeriggio di ieri, notte fonda in Italia. Interessate varie zone, fra cui la capitale Caracas; i voli in arrivo all’aeroporto sono stati deviati altrove, e migliaia di pendolari sono stati costretti a tornare a casa a piedi. Da qualche anno, cioè da quando nel Paese è iniziata una grave crisi economica, le interruzioni momentanee della corrente sono diventate la norma, ma a quanto pare un blackout così prolungato non si vedeva da tempo. Il segretario di Stato americano Mike Pompeo ha attribuito la responsabilità dell’evento alle autorità venezuelane. A sua volta il presidente Maduro ha accusato l’imperialismo statunitense dell’accaduto. Secondo la società elettrica nazionale, si tratta di sabotaggio. Il governo venezuelano ha dichiarato che negli Stati di Moragas, Anzoategui e Nuova Sparta è già ripresa l’erogazione di elettricità.

Alessandro Caminiti