Arrestato a Caserta Jihadista islamico

 

Roma, 1 Marzo-  È stato arrestato oggi a Caserta Sadaoui Mourad, ricercato perché colpito da un mandato di cattura internazionale emesso dal Tribunale di Constantine (Algeria). L’uomo si nascondeva in un casale abbandonato ad Acerra, Napoli, ed era incriminato di partecipazione ed organizzazione terroristica. AISI e Interpol avevano segnalato l’uomo già nel 2016 insieme ad altri jihadisti radunatisi all’Isis. Nel 2014 aveva lasciato l’Algeria, suo paese natale, per unirsi alle milizie dello Stato Islamico e combattere nel conflitto siro-iracheno. I dettagli della cattura sono stati resi noti con una conferenza stampa alle ore 17.00 presso la Questura di Caserta, preceduta da un video che mostrava il luogo nel quale l’uomo si rifugiava. Il blitz dei poliziotti della Digos ha portato all’arresto dell’uomo, che aveva con sé due telefoni cellulari che verranno analizzati per scoprire altre eventuali persone coinvolte. Sadaoui Mourad aveva già vissuto in Italia con permessi di soggiorno per lavoro, dal 2003 al 2012, ma gli era stato poi negato il rinnovo. Resta da capire quindi anche come il ricercato sia potuto tornare in Italia un’altra volta, pur senza i documenti necessari. Il Ministro degli Interni Matteo Salvini ha commentato così l’accaduto: “Grazie alle Forze dell’Ordine! Non diamo tregua ai criminali”.