Esplode la sigaretta elettronica e muore.

William Brown, un giovane di 23 anni è morto in Texas negli Stati Uniti, dopo che la sigaretta elettronica che stava fumando gli è esplosa sul volto lacerandogli la carotide e bloccando l’afflusso di sangue al cervello.

Il tragico episodio è avvenuto lo scorso 27 gennaio davanti ad un negozio che vende sigarette elettroniche, il giovane ragazzo è morto due giorni dopo in ospedale.

Secondo quanto riportato dalla Cnn, William sarebbe entrato nel negozio per chiedere aiuto su come utilizzare la sigaretta elettronica, non ricevendo comunque alcun supporto. Inoltre il negoziante ha riferito di non vendere la marca della sigaretta esplosa.

Dopo l’esplosione del dispositivo, il ragazzo è uscito velocemente dal veicolo per cercare aiuto, ma subito dopo è crollato a terra, a chiamare i soccorsi sono stati i dipendenti del negozio dove William era entrato poco prima.

La nonna  ha spiegato alla stampa che il realtà il nipote non fumava, la sigaretta elettronica serviva al ragazzo solo per placare i suoi attacchi di asma.

L’Associazione Nazionale Produttori Fumo Elettronico dato l’accaduto, precisa che le sigarette elettroniche commercializzate in Italia, sono prodotti estremamente sicuri sottoposti a test di sicurezza.