Scopre dopo 16 anni dal divorzio di essere ancora sposata, costretta a rinunciare al suo nuovo matrimonio

E’ la storia di una donna,originaria di Salerno, la quale tramite l’ufficio matrimoni del comune di Roma scopre che risulta ancora sposata.

Aveva preparato già tutto per il suo nuovo matrimonio: data e luogo già scelti, testimoni, parenti e amici invitati, il tutto rovinato da una notizia che ha spiazzato la stessa protagonista di questa bizzarra vicenda. A tale proposito, la donna decide di fare causa al ministero della Giustizia per il risarcimento dei danni dovuti alla mancata trascrizione e alle conseguenti nozze annullate.

Un matrimonio che risale al 1982, lei salernitana e lui pugliese, si sposano molto giovani e danno al mondo due figli. Purtroppo la coppia ha passato un lungo periodo di crisi tanto da essere arrivata al capolinea. E’ il 30 ottobre 2003 quando compaiono davanti al Giudice e nel gennaio 2004 quando il Collegio della Prima Sezione del Tribunale Civile di Roma deposita in cancelleria la sentenza di divorzio.

Diversi anni dopo, la donna incontra un altro uomo, con qualche anno in meno di lei, i due si innamorano e decidono di sposarsi, tuttavia il mancato annullamento del precedente matrimonio, rovina i piani dei due futuri sposi.

A cura di Sara Renzi.