Il cognome della mamma ai figli: sarà la coppia a scegliere.

Il disegno di legge del M5S, Dà la possibilità alle madri di dare il proprio cognome ai figli.

La proposta, presentata lo scorso 28 gennaio al Senato da Alessandra Maiorino del Movimento 5 Stelle, nasce dall’esigenza di garantire pari dignità alle donne nel rapporto coniugale e familiare, e di allineare il nostro ordinamento  a quello di altri paesi europei.

L’obbiettivo per la Maiorino è quello di cancellare questo automatismo normativo, e che quindi sia la coppia a scegliere quale dei due cognomi tramandare.

L’assegnazione automatica del cognome paterno ai figli viola l’articolo 2 della Costituzione in quanto comprime il diritto del singolo individuo all’identità personale e  si pone in contrasto anche con l’articolo 3 e 29 della costituzione “poichè si lede il diritto di uguaglianza e pari dignità dei genitori nei confronti dei figli e tra i coniugi medesimi”, Inoltre “La convenzione sull’eliminazione di ogni forma di discriminazione nei confronti della donna” adottata a New York nel 1979, impegna tutti gli stati aderenti ad eliminare la discriminazione nei confronti della donna in ambito familiare e ad assicurare parità di genere tra marito e moglie.