La tragica morte di Marisa, uccisa dal marito.

Si chiama Arjoun Ezzedine, uomo di 35 anni e di origine tunisine che la sera del 2 febbraio a Curno (Bergamo), avrebbe ucciso sua moglie Marisa Sartori, 25 anni.

I due, già da diverso tempo stavano passando una crisi di coppia, tanto che la giovane ha chiesto la separazione dal marito. Arjoun non essendo d’accordo a separarsi da sua moglie, diverse volte ha costretto Marisa a restare con lui, anche con violenze e minacce. Fino a quando non arriva la fatidica sera del 2 febbraio, la povera ragazza riesce a trovare la forza per chiudere definitivamente questa storia diventata una vera e propria agonia.

A seguito di questa decisione, l’uomo accecato dalla rabbia, l’ aspetta in garage, dove poi la colpisce con un fendente al cuore, uccidendola.

La furia omicida dell’assassino si è riversata anche nei confronti della sorella della vittima, ferendola gravemente. Per tale motivo è stata ricoverata urgentemente all’ospedale Papa Giovanni di Bergamo. Si tratta di un dramma che ha destabilizzato la famiglia delle due sfortunate ragazze.

A cura di Sara Renzi.