Alessandro Maria Montresor, dopo il trapianto di midollo il bambino sta meglio.

Il piccolo Alessandro dopo il trapianto di midollo ricevuto dal padre, lo scorso dicembre, è stato finalmente dimesso.

La mamma scrive una commovente lettera su Facebook, ringraziando tutte le persone che hanno sostenuto il bambino nel tempo, immaginando che sia proprio il piccolo a rivolgersi al pubblico.

 

Alessandro, di appena 20 mesi era affetto dalla linfoistiocitosi emofagocitica, una rarissima malattia. L’unica soluzione per combatterla era il trapianto. Fino ai primi di Novembre era ricoverato all’Ospedale Great Ormond Street di Londra.

Migliaia di italiani, erano pronti a rendersi disponibili per un trapianto, ma non si trovava compatibilità.

All’intervento si è sottoposto il padre, al Bambino Gesù di Roma. Grazie ad una tecnica sperimentale, si è fatto un trapianto di cellule. A distanza di un mese dal trapianto le cellule hanno perfettamente attecchito e non si sono presentate complicanze. Il percorso si è concluso positivamente.