Gol e tante sorprese nei quarti di finale della Coppa Italia.

In attesa dell’ultimo quarto di finale in programma oggi tra Lazio e Inter,gli altri incontri hanno visto tanti gol ma soprattutto l’eliminazione delle “favorite”(le prime 3 classificate dell’anno scorso in campionato sono uscite fuori). Partiamo con ordine.

Martedi è andato in scena il primo quarto di finale tra Milan e Napoli. Partita segnata dalla doppietta all’esordio da titolare del polacco Piatek nel solo primo tempo;il primo gol frutto di un errore difensivo del centrale napoletano Maksimovic,mentre il secondo una vera e assoluta perla dell’ex Genoa che parte sul filo del fuorigioco e saltando Koulibaly infila Meret con un potentissimo destro a giro. Napoli che nella ripresa prova a raggiungere il pari con dei cambi super offensivi, ma non creano troppi problemi alla retroguardia di Gattuso. Quest’ultimo può esultare per il passaggio del turno in semifinale dove incontrerà la vincente della partita di stasera tra biancocelesti e nerazzurri.

Ieri si sono visti sfidare prima Fiorentina-Roma e poi Atalanta-Juventus. La partita al Franchi è stata senza storia,finisce addirittura 7-1 per la viola,rievocando i risultati passati della Roma con le big europee. La squadra di Di Francesco subisce già gol al 6′ dal baby fenomeno Chiesa(che si porterà il pallone a casa). Poco dopo ecco il raddoppio viola firmato sempre da Federico Chiesa che approfitta di una difesa giallorossa orribile ed infila Olsen con un pallonetto. Kolarov con una bordata dal limite riaccende le speranze per i tifosi della Roma,che però vengono subito spente dal tris viola di Muriel. Il secondo tempo è ancor peggiore per i giallorossi entrati in campo senza voglia e la partita si concluderà con il gol di Benassi,ancora Chiesa e infine la doppietta del “cholito”Simeone per il 7 a 1 finale. Giallorossi che si vedono anche espellere Dzeko per proteste all’arbitro. Fiorentina,quindi,che passa il turno e approda alle semifinali dove incontrerà l’altra sorpresa di questa Coppa Italia,l’Atalanta.

Bergamaschi che dominano contro la Juve capolista in campionato vincendo facilmente per 3-0. All’Atleti Azzurri l’Atalanta schiera l’11 più forte che ha Gasperini in rosa,mentre Allegri deve rinunciare a mezza difesa,causa infortuni e partenza(Benatia approdato in Qatar). La partita è molto bloccata sin dall’inizio e la sfortuna colpisce la Juve dove Chiellini si fa male ed al suo posto entrerà De Sciglio. L’errore di Cancelo permette a Castagne di involarsi verso la porta e di segnare con un preciso destro a giro al 37′. Due minuti dopo ed arriva il raddoppio firmato dal solito Zapata che trova il gol con un tiro dalla distanza che batte Szczesny sul primo palo. Ripresa che vede la Juve tentare di recuperare il doppio svantaggio senza creare chiare occasioni da gol,anzi subisce la terza rete neroazzurra a firma ancora una volta di Zapata che,approfittanto dello svarione difensivo di De Sciglio,salta il portiere e sigla la doppietta personale,facendo esplodere di gioia i tifosi bergamaschi. Ora l’Atalanta ha un’ultimo ostacolo dal sogno della finale,chiamato Fiorentina.