“Fatemi vedere un’ultima volta il mio mare”

Sabato 22 settembre un anziano signore di 88 anni viene trasportato dall’equipaggio della Croce Rossa di Ivrea dalla Toscana al Piemonte per stare vicino alla sua famiglia e per ricevere le cure di cui necessita.

Durante il tragitto però gli operatori che viaggiano nell’ambulanza ricevono un’insolita richiesta dall’anziano: “Vi prego, fatemi vedere un’ultima volta il mio mare”. Gli operatori inizialmente increduli sono stati poi sommersi dall’emozione di quella sincera richiesta e dopo aver esitato solo qualche istante hanno deciso di esaudire il desiderio del paziente. Così, viaggiando lungo la costa di Marina di Carrara hanno subito iniziato la ricerca di un punto in cui fosse possibile per il pensionato osservare il “suo mare” per l’ultima volta. Appena trovato un piccolo spiazzo i volontari della Croce Rossa hanno parcheggiato e spalancato il portellone e quasi immediatamente la forte reazione del paziente ha commosso tutti i presenti tra i quali sua figlia. Il volto dell’uomo era ricoperto di lacrime e il silenzio piacevolmente assordante ha emozionato tutti.

Dopo cinque ore di viaggio la famiglia dell’anziano ha ringraziato pubblicamente tutti coloro che hanno permesso di esaudire il suo desiderio, gli operatori però hanno risposto che il loro compito è prendersi cura delle persone, anche se a volte, come in questo caso, per farlo veramente c’è bisogno di infrangere il protocollo. 

Subito lo scatto di quel momento è apparso sul web riscuotendo moltissimo successo e condivisioni emozionando migliaia di utenti. infatti, il giorno seguente il figlio dell’ottantottenne ha pubblicato un post su facebook: “Volevo  ringraziare i quattro angeli che ieri […] hanno acconsentito a fargli vedere, forse per l’ultima volta, il mare”. La risposta, inviata sempre tramite la piattaforma facebook è arrivata dal comitato di Ivrea “A volte per fare la differenza  bastano dei piccoli gesti. Grazie! Ovunque per chiunque perché crediamo in un’Italia che aiuta”.