Senegalese ucciso a Milano con 10 colpi di pistola

Non si conoscono ancora i moventi ma gli inquirenti credono si tratti di un regolamento di conti tra malavitosi.

Dieci sono stati i colpi sparati contro Assane Diallo, un senegalese di 54 anni sposato e con una figlia. Il corpo è stato ritrovato in via delle Querce a Corsico. L’uomo sembra essere stato giustiziato e la moglie racconta che proprio qualche giorno prima era stato coinvolto in una lite che riguardava alcuni insulti che gli erano stati rivolti per via del suo colore della pelle.

L’uomo lavorava come buttafuori e ha dei piccoli precedenti che risalgono a più di 20 anni fa. A dare l’allarme sono stati i cittadini che hanno sentito il rumore dei colpi di arma da fuoco intorno alle undici di sera. Le indagini continuano e il sindaco di Corsico Filippo Errante fa sapere che se si dovesse trattare di un crimine razziale sarà il primo a condannare l’atto.

La moglie fa sapere che “Volevamo andare via da questo paese razzista ora me lo hanno ammazzato”