Comune di Stintino, approvati divieti per la tutela della Pelosa

Il consiglio comunale sardo ha approvato un regolamento in otto punti per tutelare una delle spiagge più belle del Mediterraneo. Il documento è stato presentato dall’assessora ai Lavori Pubblici Antonella Mariani ed è in linea con il percorso iniziato anni fa dall’amministrazione locale. Lo scopo è la tutela di questa bellezza naturale che, in estate, diventa anche risorsa economica. La normativa è stata approvata a maggioranza dal consiglio comunale.

Gli otto articoli fissano regole, due delle quali sono le principali: è consentito l’utilizzo dei teli da mare solo se posati su apposite stuoie che non raccolgano la sabbia ed è permesso fumare soltanto su viale La Pelosa, sulle passerelle di accesso alla spiaggia e vicino alle apposite strutture posacenere installate.

Ma un ulteriore stop viene messo anche all’uso di detergenti e saponi. I turisti e fruitori della spiaggia, prima di andare via dovranno sciacquarsi i piedi. A tal fine saranno installate delle apposite postazioni all’uscita delle passerelle, per evitare l’asportazione della sabbia.

Il regolamento, inoltre, ribadisce il divieto di transito sulle dune che in questi anni, grazie all’azione dell’amministrazione comunale che ha installato passerelle e barriere protettive, sono in gran parte “rinate”. Sulla spiaggia sarà quindi vietato l’utilizzo e l’asporto delle barriere a protezione delle dune. Vietato anche il commercio nel lido, compreso quello itinerante, come pure l’esercizio di attività artigianali, artistiche e similari. Le sanzioni previste per chi trasgredisse ai nuovi divieti, partono dai venticinque euro e posso arrivare fino a tremila, a seconda delle norme violate.