Governo: incontro Di Maio-Salvini

Il leader M5s: “Chiudiamo oggi contratto”. Quello della Lega: “Nè io né lui premier”.

Risultati immagini per ne io ne di maio premier

Ancora caos, confusione e niente ordine governativo. Dopo più di tre mesi dalle elezioni in Italia governa il caos e non un’ammistrazione politica. Fondamentali saranno le prossime 72 ore.

Intanto i due leader si sono visti a Montecitorio, ma l’esito non è chiaro. Per fonti Cinquestelle sarebbero stati sciolti gli ultimi 5-6 nodi irrisolti, secondo quelle leghiste restano elementi da definire.

Il premier? “Né io né Di Maio”. Lo afferma Matteo Salvini in diretta su Skytg24. In una successiva diretta il leader della Lega risponde così alla domanda “se il premier è Di Maio?” : “No. Per me sarebbe stato un onore rappresentare ma i numeri sono numeri e stiamo trovando la persona più adatta a rappresentare questo governo”.

Il capo politico del M5s, invece, parla del contratto precisando che sarà chiuso in serata: “Stanno arrivando gli ultimi contributi che dobbiamo sistemare, in generale. Il contratto non è ancora chiuso ma io e Salvini abbiamo chiuso il lavoro, stasera ci rivediamo le forme stilistiche che stanno rimettendo a posto”. Di che si tratta? “Sono contributi che devono arrivare da qualche parlamentare, manca ancora qualche punto da inserire ma non sono temi dirimenti, questo è il punto”.

“Lunedì o si chiude oppure abbiamo fatto un enorme lavoro, in pochissimo tempo, del quale qualcuno ci sarà grato, ce l’abbiamo messa tutta – continua ill segretario della Lega, Matteo Salvini, a margine di un appuntamento elettorale ad Aosta, dove domenica si andrà al voto -. E la parola tornerà al presidente Mattarella. Altro tempo non ne vogliamo portare via. Sono ottimista per natura ma bisogna essere anche realisti. Ci sono scelte che dipendono da noi e altre scelte che dipendono da altri”.

“L’identikit del futuro premier? Una persona seria”, ha spiegato Salvini. “Se ci sarà, il premier firmerà il contratto, assolutamente, sarà il garante dell’attuazione del programma, non diamo pacchetti chiusi a nessuno. Chiunque sia, sarà protagonista o magari è già protagonista, della stesura di questo programma”.