Appuntamento al Colle: c’è fumata bianca per il nome

Il giorno della verità sembra essere arrivato, ci sarà un nome secco di taglio politico

L’accordo Lega-M5S c’è e potrebbe portare a un Governo in tempi rapidissimi. Anche perchè in caso di fallimento non ci saranno altre chance.

Luigi Di Maio ha informato il Quirinale che c’è l’accordo con Matteo Salvini , il nome sarà portato oggi a Mattarella.

Saliranno con le rispettive delegazioni alle 16.30 e 18, si chiuderà nel bene o nel male ( secondo i punti di vista) la delicata questione.

Tutti ci auguriamo che le consultazioni finali si chiuderanno con un incarico diretto.

Il nodo del premier, al momento, non è ancora sciolto: sono spuntate anche le opzioni “tecniche” rappresentate dall’economista Giulio Sapelli, che sarebbe stato proposto dalla Lega, e dall’avvocato e docente universitario Giuseppe Conte, nome che sarebbe stato avanzato dal M5S.

I due nomi sono frutto dell’estenuante trattativa che ieri, in tre tempi e luoghi diversi, ha visto riuniti Di Maio e Salvini fino a notte fonda.

Rimane comunque in pista la carta del premier politico, visto che una figura tecnica continua a non convincere né il M5S né la Lega…

Il punto cruciale, comunque, resta uno: chi, tra il M5S e la Lega cederà il passo sulla scelta del premier?

Si parla comunque di fumata bianca, insieme al nome verrà presentata anche la bozza di contratto che sarà la base programmatica per il neo Governo.