Studentessa si suicida a Napoli nel giorno della sua laurea

E’ di ieri la tragica notizia della morte di Giada, ragazza di ventisei anni di Sesto Campano, iscritta alla facoltà di Scienze Naturali alla Federico II di Napoli, che ha deciso di gettarsi dallo stabile universitario di Monte Sant’ Angelo nel giorno della discussione della tesi di laurea.

Purtroppo però la ragazza non aveva svolto tutti gli esami necessari per laurearsi; non era riuscita a dire la verità alle persone che le volevano bene e forse per paura di ferirle, aveva continuato a mentire finchè il peso, diventato insopportabile, l’ha spinta al gesto estremo.

I familiari, gli amici e il ragazzo erano arrivati dal Molise per festeggiare Giada nel giorno della sua laurea, ma purtroppo il suo nome non compariva tra quelli dei ragazzi che avrebbero dovuto discutere la tesi ieri.

Le ultime parole Giada le’ha scambiare con il proprio ragazzo, che al telefono le chiedeva dove dovesse andare, in che aula, lei lo ringraziava e nel mentre si dirigeva sul tetto dello stabile, i familiare e gli amici stavano invece per arrivare.

 

Tutto accade all’ora di pranzo. Dopo che è stato rinvenuto il corpo della giovane in strada tutto l’istituto si ferma, le sessioni di laurea rimandate, tutti sono sconvolti da quanto accaduto e soprattutto per la motivazione, non si può morire a ventisei anni per una laurea, nessuno lo vuole accettare.

Il sindaco della città natale di Giada proclama lutto cittadino nel giorno del funerale della giovane ragazza ed il comitato studenti dell’Ateneo ha chiesto il rinvio delle lezioni previste per oggi e mercoledì in segno di lutto. Annullato anche l’incontro con i calciatori del Napoli per parlare dello Sport in Accademia.

Chiara Dell’Erba