Doppio passaporto: primo ok dell’Italia all’ Austria

Il cancelliere austriaco Sebastian Kurz, promotore del doppio passaporto per i sudtirolesi di lingua tedesca e ladina, ribadisce in un’intervista  al  quotidiano Dolomiten la sua posizione:” è un tema sensibile per il quale cerchiamo il consenso con l’Italia. Non va comunque dimenticato che l’Italia da tempo concede la doppia cittadinanza, il tema perciò non dovrebbe suscitare stupore”. Il doppio passaporto spetterebbe anche ai discendenti delle vittime del nazionalsocialismo e per gli austriaci all’estero colpiti dalla Brexit. Kurz, si è soffermato anche sul problema immigrazione, ribadendo:” Va fermata la migrazione illegale verso l’Europa e dobbiamo prestare aiuti in loco”. Per il momento è arrivato da Roma solamente un tiepido “ok” in merito alla questione del doppio passaporto, ma si attendono sviluppi futuri, anche in considerazione del fatto che, per il cancelliere austriaco, tale questione rappresenta l’accordo di coalizione del suo governo e perciò sarà molto difficile smuoverlo dalla sua convinzione , finché non otterrà l’ impegno  concreto da parte del governo italiano.

A CURA DI ELISA CHIARELLA.