Caso Facebook: il 9 aprile avviseranno gli utenti coinvolti

Facebook avviserà gli utenti le cui informazioni sono state condivise da Cambridge Analytica da lunedì 9 aprile, e sarà possibile eliminare le app che non desideriamo più.

La comunicazione è stata resa nota da Mike Schroepfer, Chief Technology Officer di Facebook in un post ufficiale.

 

La Commissione europea prende posizione davanti alle ultime dichiarazioni riguardo allo scandalo Cambridge Analytica di Mark Zuckerberg e dichiara che il coinvolgimento degli utenti europei è «inaccettabile». Secondo le parole di un portavoce della Commissione Ue, Christian Wigand: «La Commissione indagherà sul caso dei dati personali condivisi da Facebook, che consideriamo inaccettabile».

La cifra di account coinvolti nel caso, i cui dati sono stati registrati e sfruttati per creare pubblicità mirate e politicizzate sembrerebbe ammontare a 87 milioni in tutto il mondo. Molti dei quali appartengono a residenti nel vecchio continente. Il Paese più colpito è la Gran Bretagna, con 1,1 milioni di persone.

Poi l’Italia: qui gli account registrati dalla Cambridge Analytica sono stati 214.134. Nel nostro paese gli utenti attivi del social network ammontano a 31 milioni.

Sarà anche più facile rimuovere le app che non vogliamo più.

Sempre a partire da lunedì comparirà in cima al flusso di notizie di tutti gli utenti un link che mostrerà tutte le app che utilizziamo e le informazioni condivise con queste applicazioni. “Gli utenti saranno in grado di rimuovere le app che non vogliono più. Riteniamo che queste modifiche consentiranno di proteggere meglio le informazioni delle persone. Sappiamo di avere più lavoro da fare”, ha spiegato Schroepfer.

Il caso Facebook sta finalmente giungendo al termine?