Salvini: “Esclusa una collaborazione con il Pd. Tutto il resto è possibile”

Il centrodestra continua a dar prova di instabilità ai suoi vertici.
Il problema non riguarda più il rapporto tra Salvini e Berlusconi, che si è ritrovato a fare i conti con il soprasso della Lega su Fi, ma è l’ipotesi di un’ipotetica alleanza con il M5S a scaldare gli animi.

Il segretario del Carroccio è irremovibile sulla posizione, che lo vede rifiutare qualsiasi accordo con gli sconfitti, vale a dire con il partito renziano.
Tuttavia sembra essere propenso a un accorto con i pentastellati.
Salvini ha dichiarato:

“Non ho smanie di governo, voglio mantenere fede a quello che mi hanno chiesto gli elettori, lavoreremo e vedremo”

Frase, che sembra scongiurare qualsiasi tipo di alleanza con un nuovo partito, ma ha anche aggiunto:

“Esclusa una collaborazione con il Pd, tutto il resto è possibile”

Davanti alla stampa estera, con la quale stava parlando dell’elezione dei presidenti della Camera e del Senato, il leader del Carroccio ha annunciato una telefonata con Di Maio, candidato premier del M5S.

Le parole di Salvini non sono state reputate piacevoli dal cavaliere, che ha bocciato qualsiasi possibilità di accordo con i grillini per un governo di centrodestra.

“Io avrei aperto a un governo con i cinque stelle? Sì, ho aperto le porte per cacciarli fuori…”

Tempo prima anche il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, aveva smentito qualsiasi tipo di alleanza con Di Maio:

“Non esiste un’ipotesi di un governo Lega-M5S, perché moltissimi deputati della Lega sono eletti anche con i voti di Fi, di FdI e di Noi per l’Italia, quindi hanno un vincolo con questi elettori”

Si è diffusa la paura di un “cambio di casacca” da Fi verso i leghisti.
Suddetta possibilità ha portato Berlusconi a stringere un accordo con FdI.

“Ieri sera con gli alleati abbiamo stretto un accordo perché non ci sia nessuna possibilità di passaggio da un gruppo all’altro, all’interno della coalizione, né in Parlamento, né alle amministrazioni locali”

Federica De Marzi