Sciopero per i diritti delle donne. L’8 marzo l’Italia si ferma.

Nella giornata di domani si svolgerà uno sciopero generale per la” Giornata internazionale di lotta per i diritti delle donne”, indetto dai sindacati USB e USI e che riguarderà trasporto pubblico locale, treni, aerei, scuole e uffici pubblici .

I sindacati hanno aderito, come già in passato, alla campagna contro la violenza sulle donne “Non una di meno”, proclamando una giornata di sciopero generale. Ci saranno probabilmente forti ripercussioni sui trasporti locali e nazionali, non solo su strada, ma anche riguardo al trasporto aereo visto che le agitazioni interesseranno gli uomini radar dell’Enav, gli assistenti di volo Alitalia, l’handling degli aeroporti romani, oltre al settore ferroviario. Trenitalia ha assicurato la regolarità delle Frecce e dei treni regionali nelle fasce orarie mattiniere e serali più frequentate dai pendolari( fonte Ansa).

Non solo disagi però. Negli ultimi anni si è parlato molto di efferati omicidi, stupri, stalking che hanno visto protagoniste tante donne in Italia e più in generale nel mondo intero. Per questo motivo in molti hanno sentito la necessità di far sentire la propria voce, attraverso manifestazioni di piazza, iniziative benefiche, campagne su internet.

Una di queste, è #neancheconunfiore , esposizione di una serie di immagini fotografiche che ritraggono donne “picchiate” con fiori diversi per ognuna di loro. Naturalmente nessuna delle modelle è stata realmente picchiata per la realizzazione del servizio fotografico, ma l’aspetto interessante, è che alcune di loro sono state realmente vittime di violenze, ma nonostante ciò hanno voluto partecipare al servizio. Le foto , realizzate dal pubblicitario e artista italiano Ale Fruscella, verranno esposte nei prossimi mesi in una galleria di Chelsea, a New York.

Saranno più di 70 i Paesi nel mondo dove si svolgeranno iniziative per portare sostegno alla lotta ad una piaga, le reiterate violenze e gli abusi che donne di tutto il mondo devono subire quotidianamente, che attanaglia tante, troppe ragazze. Naturalmente non potevano mancare manifestazioni in varie città italiane come Roma e Milano. “Passeggiata femminista” all’Università La Sapienza ed il corteo nazionale, con partenza da Piazza Vittorio Emanuele e arrivo a Piazza Madonna di Loreto sono alcune delle manifestazioni che si svolgeranno nella capitale, la città italiana che vedrà il maggior numero di eventi in programma domani.

E allora non rimane che augurarsi che queste iniziative , seppur importanti dal punto di vista sociale, un giorno possano diventare solo un ricordo e che in futuro ci sia un maggior rispetto verso la figura della donna. Perchè come disse H.B. Stowe , scrittrice e attivista statunitense, autrice del romanzo La capanna dello zio Tom e promotrice della causa abolizionista, “le donne sono i veri architetti della nostra società”.

 

Claudio Guiducci.