#La forza del noi, Clarissa Silvestri candidata per Zingaretti Presidente – di Linda Perna

Intervista di Linda Perna

#La forza del noi. Questo il motto della lista Centro Solidale per Zingaretti Presidente, che inquadra perfettamente il senso di coesione e partecipazione cittadina come obiettivo principale delle prossime elezioni. A tal proposito si esprime la candidata Clarissa Silvestri, 28 enne. La parte in rosa della lista civica.

Prima di tutto, come hai iniziato ad intraprendere il tuo percorso politico?

Il mio percorso politico è iniziato quattro anni fa, quando mi sono candidata nel consiglio comunale di Morolo, il paese nel quale abito e vivo.”

A chi devi in particolare la passione per la politica?

E’ una passione che ho ereditato in famiglia, poiché prima mio nonno e poi mio padre hanno ricoperto la carica di sindaco a Morolo, prontamente ho deciso così di seguire le loro orme.”

Cosa ne pensi del clima di sfiducia generale forte ormai nei confronti della politica?

Credo che sia un fenomeno preoccupante, soprattutto da parte delle giovani generazioni che generalizzano e guardano con diffidenza alla politica, sfociando in rabbia livore e risentimento in alcuni casi. Credo che ci sia bisogno di più partecipazione e informazione a riguardo.”

E’ difficile far comprendere a pieno il proprio obiettivo e ricevere fiducia dai cittadini?

“Io penso che se siamo noi stessi i primi a rispettare le regole e a dare il giusto esempio, non ci sia bisogno di impegnarsi più di tanto a guadagnare la fiducia dei cittadini, perché viene da sola”.

Credi che la partecipazione generale alle urne sarà soddisfacente? Cosa ne pensi dell’astensione al voto?

“Se si presta fede ai sondaggi sull’affluenza alle urne, la partecipazione è sicuramente inferiore rispetto agli anni precedenti. Per quanto riguarda la campagna elettorale che sto conducendo fino ad ora pochissime persone il 4 marzo non si recheranno a votare. Penso che l’astensione sia la forma più sbagliata di esprimere il proprio malessere, significa delegare ad altri anche il proprio destino.”

Donne in politica, pro e contro. Quali sono secondo te i punti a favore che vi contraddistinguono? E quali quelli sfavorevoli, anche in base alla tua esperienza?

“Purtroppo se per legge sono state introdotte le quote rosa, significa che le donne incontrano ancora difficoltà ad affermarsi in politica. In base alla mia esperienza non ci sono stati dei punti a sfavore. I miei cittadini hanno sempre apprezzato il mio operato, il mio impegno e la mia disponibilità, a prescindere dal sesso di appartenenza.”

Il vostro motto parla della Forza del Noi. Quanto è importante il Noi rispetto all’Io?

“Il nome della nostra lista è “centro solidale”. E’ una lista che rende protagoniste tantissime esperienze del territorio, della solidarietà, della partecipazione. Una lista della società responsabile dove prevale il “noi” contro la cultura dell’ “io”. La nostra lista vuole portare contributo ad un’alleanza fatta di forze politiche, culture e persone.”

Sei una ragazza giovane, come concili vita privata e politica?

“Il segreto sta nell’organizzazione dei propri impegni perché a parer mio in entrambi gli ambiti, sia politico che personale è fondamentale. Confesso però che l’incarico pubblico richiede una presenza costante, anche in un paese come Morolo, affinché si possa rispondere in maniera concreta ai bisogni e alle richieste dei cittadini nell’immediato.”