Macron in visita a Roma, incontro con Mattarella e Gentiloni

Il presidente francese, in visita nella capitale, elogia il premier: “Mi auguro che potremo continuare il lavoro che abbiamo cominciato insieme”

Risultati immagini per macron gentiloni

“L’Italia ha fatto un ottimo lavoro nel 2017, cui rendo omaggio, per ridurre la destabilizzazione causata dal fenomeno migratorio. Ha tutto il mio rispetto per il lavoro condotto”. Queste sono le dichiarazioni del presidente francese Emmanuel Macron in conferenza stampa a Palazzo Chigi con il premier Paolo Gentiloni.

“Continueremo a fare grandi cose con l’Italia. Continueremo a procedere con le ambizioni tra i nostri due Paesi e con le ambizioni europee”, ha detto il presidente francese al termine della visita.  C’è una”comunanza storica” fra questi due paesi.

Si è espresso anche sulle futuro elezioni che sanciranno il nuovo Premier: “L’Italia entra in un periodo elettorale. Voglio sottolineare quanto sono stato contento di lavorare con Paolo Gentiloni in questi mesi, la sua azione in Italia e in Europa ha consentito di avviare una nuova dinamica», ha detto il presidente francese, che poi ha proseguito: «Continueremo a fare grandi cose con l’Italia. Continueremo a procedere con le ambizioni tra i nostri due Paesi e con le ambizioni europee».

Macron lancia anche un appello europeista, un’Unione che “vogliamo rendere più sovrana, unita e democratica. L’Ue è positiva per l’Italia e per l’Italia è positiva l’Europa”. Ha poi  voluto evidenziare il ruolo del governo di Roma nella riduzione del fenomeno dei migranti: “L’Italia ha fatto un ottimo lavoro nel 2017, cui rendo omaggio, per ridurre la destabilizzazione causata dal fenomeno migratorio. Ha tutto il mio rispetto per il lavoro condotto”.

Risultati immagini per macron gentiloni

Il premier italiano ha poi risposto ribadendo che “con la Francia abbiamo rapporti importanti, storici e straordinari. Credo sia molto importante che alle relazioni storiche tra Italia e Francia abbiamo deciso di dare una cornice più stabile e più ambiziosa con l’idea, già emersa nel vertice di Lione e che in questo incontro abbiamo messo a fuoco, di mettere al lavoro un gruppo di persone per un Trattato bilaterale italo-francese. Cooperiamo da sempre in modo straordinario ma siamo convinti che possa rendere ancora più forti e sistematiche le nostre relazioni».