Il calciomercato riapre e lo fa con il botto

Dopo l’eccezionale ultima sessione estiva caratterizzata da investimenti da record, primo fra tutti l’acquisto di Neymar ceduto al PSG per una cifra di 222 milioni, la finestra definita “di riparazione” ha gia’ contribuito a modificare la speciale top ten delle operazioni di calciomercato piu’ costose della storia del calcio.
Protagonista della trattativa è il Liverpool con un’operazione super in entrata, quella del difensore Van Dijk per una cifra pari a 85 milioni di euro da mandare nelle casse del Southampton, e una altrettanto importante in uscita legata alla cessione al Barcellona di Philippe Coutinho per una cifra di 180 milioni di euro (120 piu’ altri 40 milioni di bonus).
A qualche mese di distanza dalla separazione da Neymar, il Barcellona si consola. In estate aveva salutato il brasiliano e lo aveva rimpiazzato con Ousmane Dembélé ,considerato uno dei giovani più forti del panorama europeo, per una cifra di 105 milioni di euro.
Adesso aggiunge anche Coutinho che in questo momento diventa il secondo acquisto piu’ costoso nella storia del calcio dopo appunto il trasferimento di Neymar e in attesa che Kylian Mbappé venga riscattato dallo stesso PSG nella prossima estate, sborsando 180 milioni di euro nella casse del Monaco.
Il club inglese acquistò Coutinho dall’Inter nel 2013, pagandolo poco più di 10 milioni di euro più 3 milioni di bonus.
L’unico italiano presente nella classifica dei colpi piu’cari di sempre è Gonzalo Higuain, il quale resiste all’ottavo posto in virtu’ dei 90 milioni investiti dalla Juventus per acquistarlo nel 2016 dal Napoli.
Quella di Coutinho è l’ennesima operazione di mercato , la quale ci porta a riflettere di quanto siano cambiate le cose in materia di acquisti da parte delle società di calcio, un calcio vissuto e comandato dagli sponsor, dagli sceicchi e da chi ha più soldi.

A cura di Elisa Di Giorgio