Domenica 17 Dicembre il Milan ha incassato la settima sconfitta stagionale contro il Verona di Pecchia in un match che sulla carta sembrava agevole per gli uomini di Gattuso che,appena 3 giorni prima,avevano battuto lo stesso Verona eliminandolo dalla Coppa Italia.
Per il Milan è stata l’ennesima prova deludente in una stagione che avrebbe dovuto rappresentare la rinascita,dopo i pesanti investimenti da parte della società.
il match è stato sbloccato al 24esimo da Caracciolo,che ha portato i gialloblu in vantaggio con un ottimo stacco di testa sul corner battuto da Romulo e da quel momento in poi gli uomini di Gattuso sono stati totalmente incapaci di reagire,mettendo in mostra tutti i limiti mentali e non di un gruppo male assortito e mal progettato.
Infatti,al 55esimo minuto è la volta di Kean,il giovane talento in prestito dalla Juve sigla il momentaneo 2-0,grazie ad una palla lanciata in profondità da Bessa e ottimamente ribattuta in rete.
Gattuso prova la carta Andrè Silva al posto di Kalinic,disponendo la squadra in un 4-4-2 offensivo con Suso e Bonaventura esterni,non riuscendo però a cambiare l’inerzia della squadra,che rimane poco lucida e molto nervosa tanto da subire il terzo gol da parte di Bessa.
Una sconfitta umiliante e un’altra prestazione scialba di una squadra su cui si riponevano molte aspettative e un mal contento che lascia ormai presagire l’ennesima stagione anonima per i rossoneri

a cura di Francesco Tocci