La sveglia per Carabinieri

Ore 5 del mattino, l’alba del quartiere San Giovanni di Roma è svegliato da un’esplosione. In via Britannia 37, è esploso un ordigno temporizzato davanti il portone della caserma dei carabinieri.

Sull’accaduto stanno investigando il Nucleo Informatico e il Nucleo Investigativo del comando provinciale di Roma e ROS.

La procura di Roma ha aperto un fascicolo sull’accaduto contro ignoti; l’ipotesi è che sia stato un attentato di terrorismo ben architettato e mirato.

La vicenda in serata, ha avuto una prima svolta importante. Verso sera è arrivata la rivendicazione da parte dei FAI-FRI ( Federa

zione Anarchica Informale- Fronte rivoluzionario internazionale) , cellula Santiago Maldonato. Quest’ultima, ha rivendicato l’attentato su un sito che fa riferimento a movimenti anarchici, ma si indaga sull’attendibilità della rivendicazione.

A posizionare l’ordigno sulla porta della stazione dei carabinieri sarebbero stati due individui, dal volto coperto che sono fuggiti subito dopo. Appare chiaro che l’obiettivo era proprio la caserma colpita di via Britannia.

Si stanno ora vagliando  le registrazioni della videosorveglianza, per far luce sull’accaduto e trovare i colpevoli.

L’ordigno dotato di un timer, era composto da un contenitore metallico contenente pirica e innesco. L’esplosione, è stata avvertita a molti metri di distanza a causa del forte boato che ha creato. il forte scoppio ha provocato l’esplosione dei vetri di una finestra e ha danneggiato una vettura parcheggiata li vicino. Per fortuna non ci sono stati feriti nonostante 10 persone fossero all’interno dell’edificio.

Il reato con il quale i magistrati indagano è quello di Terrorismo con ordigno esplosivo. La Procura di Roma e il  Pool antiterrorismo sono coordinati dal procuratore Francesco Caporale. Nelle prossime ore a Piazzale Clodio verrà depositata una prima informativa da parte del comando provinciale.

Il ministro della Difesa Roberta Pinotti è giunta nella stazione dei Carabinieri di Roma San Giovanni ad accoglierla il generale dei carabinieri Rispoli.

“sonno venuta a portare solidarietà del governo ” ha detto la ministra. Indagini in corso per capire la matrice.