Gomorra 3: tutti pazzi per la serie tv

<< Colpi di scena e tanti personaggi nuovi>>: così i fan commentano l’anteprima dei primi due episodi di Gomorra 3. Cosa succede dopo la morte del boss Pietro Savastano? Che ne sarà di Ciro Di Marzio?

A Napoli, un boom di flash, grida e applausi, hanno accompagnato l’ingresso dei protagonisti al cinema Metropolitan. I più appassionati della serie tv, hanno assistito in anteprima alla proiezione di due episodi della terza stagione. C’erano proprio tutti ieri sera a Napoli, Da Marco D’Amore a Salvatore Esposito. I commenti rilasciati all’uscita del cinema, fanno presagire una serie nuova, del tutto diversa dalla precedente. Tanti personaggi nuovi e straordinari colpi di scena che lasciano a bocca aperta. Per la terza stagione di Gomorra, arrivata anche negli Stati Uniti, si è scelta una narrazione più dinamica e ricca di scene d’azione

Si ricomincia da capo: nuovi cattivi, nuova ambientazione, nuova guerra. Da una parte ci sono sempre loro: Genny (Salvatore Esposito), Ciro (Marco D’Amore), Patrizia (Cristiana Dell’Anna) e Scianel (Cristina Donadio). Dall’altra si aggiungono le new entries Enzo (Arturo Muselli) e Valerio (Loris De Luna).

Nei nuovi episodi ritroviamo un Ciro cambiato, stanco, incupito che si lascia il passato alle spalle e finisce in Bulgaria. “Ciro l’immortale è morto”, urla il personaggio in uno dei primi episodi. <<Seppellire un figlio è un atto traumatico, un punto di non ritorno: per questo – spiega D’Amore – vediamo Ciro molto più stanco, la barba lunga, la bellezza sfrontata come sfiorita. Una bellissima canzone di Lucio Dalla dice che ‘andare lontano è come morire’: la fuga del personaggio nasce dalla voglia di buttarsi tutto alle spalle, ma il passato non si cancella”. Una serie ricca di novità, ma che rimane fedele alla sua amata Napoli. Gomorra è la storia di una città che racconta dei suoi fantasmi, li analizza e li combatte.

Non ci resta dunque che aspettare il grande debutto. L’appuntamento è venerdì 17 novembre su Sky Atlantic HD.