Dopo le Iene, stop dalla Warner Bros al regista Fausto Brizzi

La Warner Bros Entertainment Italia prende una posizione netta nei confronti di Fausto Brizzi; il film da lui diretto “Poveri ma ricchissimi” uscirà il 14 dicembre ma si blocca qualsiasi collaborazione futura con il regista.

Risultati immagini per fausto brizzi

 

Il 10 novembre il programma televisivo Le Iene manda in onda un servizio in cui dieci attrici italiane accusano in maniera più o meno velata il regista Fausto Brizzi di averle molestate sessualmente.

Alcune delle intervistate decidono di mostrarsi, altre preferiscono avere la voce e il viso non riconoscibili, per evitare ripercussioni, ma la storia che raccontano è quasi sempre la stessa, dopo essere state invitate dal regista nel suo studio, che si rivela alle mal capitate essere una casa, subiscono una molestia travestita da provino.

Il regista ha tuttavia negato qualsiasi accusa, affermando di non aver mai avuto rapporti non consenzienti, ha poi deciso in via cautelare di bloccare qualsiasi attività imprenditoriale e lavorativa. Scelta che sembra essere condivisa dalla Warner Bros, che ha deciso di far uscire il 14 dicembre il film diretto da Brizzi  poichè il film” E’ il risultato della creatività, del lavoro e della dedizione di centinaia di donne e di uomini di cast e produzione» dice la casa di produzione, ma non usufruirà della presenza del regista per l’attività di promozione e distribuzione del film e blocca qualsiasi collaborazione futura con lui.

La speranza è che la situazione venga chiarita, con le relative conseguenze, al più presto, e che le donne continuino a denunciare e magari, un domani, senza doversi coprire il volto o camuffare la voce.

Chiara Dell’ Erba