Facebook: news a pagamento

I test con 10 partner editoriali mondiali

Oggi la compagnia californiana ha dato l’annuncio in un incontro nella sede di Milano. E’ sempre più vicina la possibilità che gli utenti di Facebook pagheranno per avere notizie veritiere e di qualità sul social. In modo tale di aumentare anche la visibilità delle varie testate. Al momento si stanno testando due modelli di abbonamento. Tutto parte dal modello delle Instant Articles, che permette di caricare le notizie 10 volte più velocemente rispetto agli articoli cui si accede da dispositivi mobili. E il primo modello di pagamento testato è “paywall” che consentirà di leggere gratis fino a un certo numero di articoli. Il secondo è la modalità “freemium”, in base alla quale saranno gli editori a decidere quali contenuti offrire gratis sul social network e quali a pagamento. L’idea è anche quella di contrastare le “fake news” o anche dette “bufale” . Queste false notizie scorrono di continuo sui social, spesso creando scompiglio tra gli utenti. Ma soprattutto dando vita ad una falsa informazione. Facebook ci fornisce numerosi articoli e tipi di informazione, ma la maggior parte delle volte davanti a queste notizie dobbiamo chiederci quale siano reali, o quali parti. La transazione economica delle varie testate non avverrà sul social e il 100%  dei ricavi andrà agli editori.