Supplì festival: da Eataly arriva lo street food romano

Il nome supplì deriva dal termine francese “surprise” che significa letteralmente sorpresa. La sorpresa sta infatti nel trovare al suo interno una calda mozzarella filante che insieme alla croccantezza della panatura esterna e al sapore inconfondibile rende il supplì lo street food romano per eccellenza.

Eataly, colosso del food fondato da Oscar Farinetti, conosce molto bene l’amore degli abitanti della capitale per questa piccola delizia e proprio per questo motivo ha ideato il “Supplì Festival”, una tre giorni interamente dedicata a sua maestà, il supplì, in tutte le sue forme.

Da venerdì 14 a domenica 16 luglio, al terzo piano della sede romana di Eataly, sarà possibile assaggiare i supplì proposti da varie realtà romane e non, realizzati in maniera non solo classica ma anche con fantasiose rivisitazioni.

Dopo aver acquistato i gettoni gli appassionati potranno assaggiare le creazioni di “Er supplì d’Alari”, “Susini”, “Coqui Beach”, “Al Mattarello d’Oro”, “Teresina SenzaGlutine”, “Mozzico”, “Supplizio” e “Metrò Pizza”. Tra le specialità preparate non mancheranno supplì vegani, cacio e pepe, mozzarella di bufala e funghi porcini, per i più temerari sarà presente anche una versione chiamata “Il mare di notte” con riso venere, scalogno, carote, mango, avocado, calamari e pepe rosa, preparato da “Teresina SenzaGlutine”.

Ad accompagnare i supplì ci saranno la storica grattachecca de “La Sora Maria”, la gelateria “Mannari” e una selezione di birre e vini.

Supplì Festival non sarà solo un evento per mangiare, è prevista infatti anche la presenza di Show Cooking e workshop interattivi diretti a grandi e piccini per imparare tutte le curiosità e le tecniche di preparazione dello street food romano più amato in assoluto.

Lorenzo Bruno