Rosboch, svolta nel processo

Confessione spontanea dell’assassino

Gabriele De Filippi, accusato dell’assassinio di Gloria Rosboch, ha confessato spontaneamente di essere stato l’esecutore materiale. Per l’ex allievo è stato chiesto l’ergastolo. De Filippi si è addossato la totalità della colpa per l’omicidio, scagionando definitivamente Roberto Obert, per il quale sono stati richiesti vent’anni di reclusione.

Fino a questo momento, Gabriele aveva sempre sostenuto di essere stato aiutato nell’esecuzione materiale dell’omicidio dell’insegnate. Il ragazzo ha confessato che il motivo dell’omicidio sarebbe una presunta denuncia che la donna voleva presentare contro il ragazzo per una truffa di 187 mila euro che lui aveva inscenato a danno della donna. Gabriele, sin dall’inizio ha sostenuto che a strozzare la Rosboch ha avuto l’aiuto di Obert.

Oggi invece la versione è cambiata. L’omicidio, avvenuto a bordo dell’auto di Obert, ha coinvolto solo Gloria, morta a causa della furia omicida del suo ex alunno Gabriele.